A+ A A-
 

Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty Hot

Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty

recensioni

titolo
Video Nasty
etichetta
Petrichor
Anno

PROVENIENZA: Canada

GENERE: Thrash/Death Metal

TRACKLIST:
1. Video Nasty
2. Nightmare Beach
3. Castle Freak
4. Pieces
5. Black Christmas
6. Final Exam
7. Antichrist (Sepultura cover)

LINE-UP:
Kellen Wyslouzil - Bass
Dave Callahan - Drums
Jordan Schritt - Guitars
Faith Alexis Danger - Guitars 
Kyle Scott - Vocals

opinioni autore

 
Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty 2021-06-13 15:29:21 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    13 Giugno, 2021
Ultimo aggiornamento: 14 Giugno, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Thrash anni '80 in stile Slayer e Sodom, sferzata death dei primi Sepultura e tema principale i film horror degli anni '70-'80. Cosa c'è di più classico ed evergreen di questo? Esatto, niente. Ed è proprio per questo che l'EP di debutto omonimo dei canadesi Video Nasty riesce a conquistare con i suoi circa 20 minuti di sonore sberle sulla faccia nei quali i Nostri si cimentano in una prova di tutto rispetto. A coronare il tutto, poi, la cover di "Antichrist" dei Sepultura che, onestamente parlando, mi è piaciuta particolarmente come conclusione di questo primo assaggio della band canadese.
C'è molto poco da dire in realtà perché, come mi è già capitato di ribadire in altre recensioni, il genere proposto è stato più che ampiamente suonato nel corso dei decenni e, fondamentalmente, non stanca mai. Chiaro, stiamo pur sempre parlando di sonorità, songwriting ed attitudine che conosciamo fin troppo bene. Viene da sé che se cercate l'innovazione non è certo qui che la troverete - e sarebbe anche sciocco pretenderlo -. Ma se invece siete amanti dell'old school, di quel modo di intendere il metal che vede l'heavy metal dei Motörhead come matrice e poi il thrash/death degli albori come ramificazione, state pur sicuri che i Video Nasty sapranno regalarvi quella gustosissima e frenetica ventina di minuti. Un punto di merito ai Nostri va certamente alla qualità audio, minimale ma perfetta sotto ogni aspetto, e alla voce di Kyle Scott, il quale dimostra una certa malleabilità stilistica. Seppur la base sia il classico cantato dei primi anni '80 - Max Cavalera, Tom "Angelripper" e via dicendo per intenderci - il vocalist non disdegna anche qualche momento più moderno in cui il suo growl risente molto del death moderno. Sicuramente la componente più interessante di questo EP di debutto. Fossi in voi terrei d'occhio la band: non sia mai dovesse tira fuori dal cilindro un full-length con gli attributi!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hexorcist ed un debut album che sembra arrivare dalla fine degli 80's
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una prova matura al terzo album per i tedeschi Temple of Dread
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rebellion si confermano su livelli qualitativi elevati
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Altra buona prova per i finlandesi Galvanizer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Necrogod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Space Chaser si meritano la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Innasanatorium, ennesimo esempio dell'incapacità del music business
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Lasting Maze possono migliorare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin troppo breve il nuovo EP degli algerini Silent Obsession
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Unclesappa: melodie eteree a suon di Ambient & Rock.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una produzione a dir poco mediocre rovina il debut album dei Solus ex Inferis
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla