A+ A A-
 

Crashtime, un debutto più che sufficiente Crashtime, un debutto più che sufficiente

Crashtime, un debutto più che sufficiente

recensioni

gruppo
titolo
"Valley of the Kings"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Valley of the Kings
2. Mirror maze
3. CT metal
4. Together alone
5. Dreams of terror
6. Mr. Jones
7. Princess of Siberia
8. No pain no gain
9. Circle of Tyrants
10. CastAway
11. Four sessions of heavy metal (intrumental)

LINE-UP:
Al – Vocals
René - Lead Guitar
Barry - Rhythm Guitar
Schmidi - Bass
DD - Drums

opinioni autore

 
Crashtime, un debutto più che sufficiente 2021-09-06 19:17:47 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    06 Settembre, 2021
Ultimo aggiornamento: 06 Settembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Crashtime arrivano dalla Svizzera e si sono formati nel 2007; solo a metà agosto del 2021 però riescono ad autoprodursi il proprio debut album “Valley of the Kings”, dotato di artwork non proprio esaltante e composto da undici tracce per oltre 64 minuti di Heavy Metal, con qualche influsso Power di scuola teutonica. Nonostante si tratti di un’autoproduzione, l’album viene presentato sia in CD che in vinile, ma con una tracklist ridotta che termina all’ottava traccia. A questo modo viene però eliminata la canzone migliore dell’intero disco che è la strumentale conclusiva, “Four sessions of heavy metal”, davvero affascinante e con un’attenzione alle melodie notevole. Si tratta del pezzo migliore del disco anche perché appunto non c’è il singer Al, vero punto debole del gruppo, con una voce non esaltante e che appare in difficoltà nelle note più alte del pentagramma, oltre ad avere un approccio un po’ troppo freddo e non particolarmente espressivo. A parte i limiti del cantante, il resto del gruppo va alla grande, con parti strumentali molto piacevoli della coppia di chitarre ed un ritmo bello frizzante, imposto dal batterista, sempre ben assistito dal bassista (a cui forse andrebbe dato più spazio). Un appunto va fatto anche a chi scrive i testi: canzoni come “CT metal” sono davvero troppo ingenue (possiamo perdonare simili testi ai Manowar o agli Hammerfall, ma non oltre!), mentre “No pain no gain” e “Together alone” sono sulla stessa scia per via di coretti alquanto insulsi, ripetuti fin troppe volte. Fortunatamente si tratta di dettagli, perché canzoni valide ce ne sono eccome, a partire dalla title-track messa in apertura, passando per l’ottima “Mr. Jones” (peccato sia sostanzialmente troncata alla fine, mentre un po’ di delay non avrebbe guastato!) e per la piacevole “Princess of Siberia”. Tirando le somme. “Valley of the Kings” mette in mostra una nuova band chiamata Crashtime, capace di comporre Heavy Metal più che piacevole; certo, se ci fosse un cantante migliore….

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Non convince quasi per nulla il secondo album dei Centenary
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il casino fatto musica: il debutto degli spagnoli Krossfyre
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Inferi confezionano il disco della loro consacrazione
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Interessante la proposta degli austriaci Infected Chaos
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Paradox Community: energia da vendere ed un bel mix di tante sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ballsqueezer, il non prendersi troppo sul serio a volte non aiuta
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ground Force, un progetto decisamente ambizioso
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo EP per i Cult Burial, band che appare in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla