A+ A A-
 

Da Ivan Gujic dei Blood Red Throne un progetto Groove Death Metal (abbastanza poco Death) Da Ivan Gujic dei Blood Red Throne un progetto Groove Death Metal (abbastanza poco Death)

Da Ivan Gujic dei Blood Red Throne un progetto Groove Death Metal (abbastanza poco Death)

recensioni

titolo
Be For Oss Alle
etichetta
Emanzipation Productions
Anno

PROVENIENZA: Norvegia 

GENERE: Groove/Death Metal

FFO: Decapitated, Vomitory, Blood Red Throne, Brujeria 

LINE UP: 
Henrik "Nomansland" - vocals 
Ivan "Meathook" Gujic - guitars, vocals 
Lennart von Essen - guitars 
Stian "Gundownyourson" Gundersen - bass 
Kriss "The Fuze" - drums 

TRACKLIST: 
1. Caught on Guard [05:22] 
2. My Bible, My Wife, My Gun [04:53] 
3. All I Got Left [05:51] 
4. War Inside [05:26] 
5. Pray for Me [03:57] 
6. Natural Born Killaz [04:23] 
7. Strike Above the Neck [04:56] 
8. Supak [03:57] 

Running time: 38:45 

opinioni autore

 
Da Ivan Gujic dei Blood Red Throne un progetto Groove Death Metal (abbastanza poco Death) 2021-09-10 14:45:49 Daniele Ogre
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    10 Settembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo album per i groove/death metallers norvegesi Son of a Shotgun, band nata come progetto solista di Ivan "Meathook" Gujic dei Blood Red Throne, il cui debutto del 2017 "Mexican Standoff" vedeva la presenza come ospiti/session di Hellhammer (Mayhem, Arcturus), Demage Karlsen (Chrome Division, Breed) e Maurice Adams (Breed). Oggi, sotto l'egida di Emanzipation Productions, i Son of a Shotgun tornano con "Be For Oss Alle" come una full band, con membri provenienti tra gli altri da Damnation e Your Suffer, ma soprattutto con Stian Gundersen dei Blood Red Throne al basso. I Nostri vengono presentati dalla label come Death/Grind, con sonorità che sì richiamano - ovviamente - anche i Blood Red Throne, ma le cui influenze principali sono probabilmente da ricercare, almeno nei momenti più marcatamente Death, nei Vomitory con una certa attitudine à la Brujeria. Ma per la maggiore, i Son of a Shotgun si rifanno al Groove Death degli ultimi Decapitated, con diversi passaggi che avvicinano le sonorità dei nostri ad un Alternative/Groove Metal pure alquanto commercialotto. Quest'opera seconda dell'act norvegese è, in sostanza, un susseguirsi di brutali accelerate Death Metal, che soccombono però ad un sound spiccatamente Groove ("My Bible, My Wife, My Gun" ed ancor più la seguente "All I Got Left"). Cosa questa che farà sicuramente storcere il naso ai puristi, vuoi anche per le vocals di Henrik "Nomansland" che NULLA hanno a che vedere col Death Metal, ma vuoi soprattutto, come avrete capito, per una predominanza di passaggi sì ricchi di groove e con ritmi che possono mettere a dura prova i colli degli ascoltatori, ma che avranno quasi certamente zero presa su chi è abituato a diversi tipi di sonorità.
In conclusione, un unico errore riscontrato è il modo in cui è stata presentata la band: Death/Grind un c... ci siamo capiti. Se siete dei deathsters convinti come il sottoscritto, allora "Be For Oss Alle" assolutamente non fa per voi; con i Son of a Shotgun, come avrete capito, siamo più vicini ai lidi del Groove Metal: ed è dunque ai fans di queste sonorità più moderne che è indirizzato questo secondo lavoro dei Son of a Shotgun. Personalmente, aspetterò novembre per il nuovo Blood Red Throne

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Non convince quasi per nulla il secondo album dei Centenary
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il casino fatto musica: il debutto degli spagnoli Krossfyre
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Inferi confezionano il disco della loro consacrazione
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Interessante la proposta degli austriaci Infected Chaos
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Paradox Community: energia da vendere ed un bel mix di tante sonorità
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ballsqueezer, il non prendersi troppo sul serio a volte non aiuta
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ground Force, un progetto decisamente ambizioso
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo EP per i Cult Burial, band che appare in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla