A+ A A-
 

Non convince quasi per nulla il secondo album dei Centenary Non convince quasi per nulla il secondo album dei Centenary Hot

Non convince quasi per nulla il secondo album dei Centenary

recensioni

gruppo
titolo
Death... The Final Frontier
etichetta
CDN Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Entombed, Dismember, Grave, Unleashed 

LINE UP: 
Allen Mercer - vocals 
Mike Bradley - guitars, vocals 
Matt Cunningham - guitars 
Jim Albrecht - bass 
Adam Davey - drums 

TRACKLIST: 
1. Entangled in Entrails [03:09] 
2. Liquefied Rot [03:56] =ASCOLTA= 
3. Strangled by the Night [04:37] 
4. Tower of Excarnation [03:55] 
5. Ceaseless Astral Dirge [05:07] 
6. The Laughing Death [03:48] 
7. Malicious Symbiosis [02:46] =ASCOLTA= 
8. Remote Manipulation [03:17] 
9. Facial Dislocation [03:15] 
10. Slaves from the Grave [06:21] 

Running time: 40:11 

opinioni autore

 
Non convince quasi per nulla il secondo album dei Centenary 2021-09-16 16:50:00 Daniele Ogre
voto 
 
2.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    16 Settembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo studio album per gli statunitensi Centenary, che con questo "Death... The Final Frontier", licenziato da CDN Records, danno seguito al debutto (su lunga distanza) "Into the Graveless Beyond". Non bastano dei chitarroni fortemente sporchi e delle ritmiche serrate per fare un buon disco old school Death Metal: e "Death... The Final Frontier" ne è la prova. Questo secondo album dei Centenary è, senza girarci tanto attorno, una release in generale mediocre; il Death Metal della band di Detroit appare alquanto "scolastico" e non viene supportato nemmeno da una produzione che sia almeno sufficiente. Si può passare sulla mancanza di originalità - non è affatto cosa nuova in questo genere -, ma ascoltando i brani che compongono la tracklist si ha la forte sensazione di ascoltare una band che si limita a fare il proprio compito, che non ci sia quel mordente che fa tutta la differenza tra un lavoro almeno passabile ed altro. La coppia Bradley/Cunningham prova a fare del suo, riuscendo però solo in parte, un po' meglio va con la sezione ritmica - ci sentiamo di promuovere il drummer Adam Davey -, mentre non ci siamo per nulla con l'insufficiente prova canora di Allen Mercer: che siano growlin' vocals (chiamiamole così...) e screamin', il risultato è sempre lo stesso, ossia che il cantato appare forzato e 'strozzato'.
Quando si dice che il libro (o il disco, in questo caso) non va mai giudicato dalla copertina: dotato di un artwork bellissimo, "Death... The Final Frontier" è, agli atti, un album che non raggiunge nemmeno una semplice sufficienza. Non saremo noi a fermarvi nel caso siate comunque curiosi di ascoltare, ma sappiate che in circolazione si trova facilmente di meglio.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Cradle of Filth, se l'Esistenza è futile, questo album non lo è per niente!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Ravenous ci regalano un power fresco e frizzante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Col terzo album i Worm si confermano una band in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un monumento al Dio metallo
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadowland, Heavy dagli USA per nostalgici degli anni '80
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Catalyst Crime non è male, ma strappa solo la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

L'expanded edition del debut album dei Runescarred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trumbiten, un secondo EP che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rage In My Eyes, ancora un lavoro di qualità superiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si fanno decisamente notare gli Spiritual Deception grazie ad un buonissimo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hrom e la leggenda di Powerheart
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla