A+ A A-
 

Sweeping Death, una bella sorpresa dal sud della Germania Sweeping Death, una bella sorpresa dal sud della Germania Hot

Sweeping Death, una bella sorpresa dal sud della Germania

recensioni

titolo
"Tristesse"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. The world as will
2. Alter the rift
3. Sublime me

LINE-UP:
Elias Witzigmann - Vocals
Simon Bertl • Guitars. Vocals
Markus Heilmeier - Guitars
Andreas Bertl - Bass
Tobias Kasper - Drums, Piano

opinioni autore

 
Sweeping Death, una bella sorpresa dal sud della Germania 2021-09-22 09:43:44 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    22 Settembre, 2021
Ultimo aggiornamento: 22 Settembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Sweeping Death arrivano da un minuscolo paesino della Baviera di poco più di mille anime e sono attivi dal 2012; in un primo periodo della loro carriera si chiamavano Order of Priority per poi nel 2016 adottare l’attuale denominazione. Un nome simile farebbe pensare al Death Metal ed il violento artwork realizzato dal grande Eliran Kantor parrebbe confermarlo; invece gli Sweeping Death hanno poco o nulla del Death Metal (giusto qualche riff delle due chitarre e qualche passaggio maggiormente aggressivo nel cantato), ma suonano sostanzialmente un Prog/Power (molto più Prog che Power per essere onesti) bello tosto ed arrabbiato con qualche tocco di Thrash che non guasta e rende la proposta musicale finanche originale. Sono poche le bands che infatti si cimentano in un simile settore della musica metal ed è sempre interessante constatare che ci sono gruppi emergenti che hanno personalità da vendere e la cui musica non è per nulla scontata o scopiazzata dai grandi nomi del passato. Certo qualche lontano richiamo agli Opeth o anche ai Therion e persino agli Iced Earth, lo possiamo sentire nei tre pezzi che compongono questo “Tristesse”, ma si tratta solo di ispirarsi a gruppi che hanno fatto scuola per poi iniziare a percorrere una strada personale. Ed indubbiamente gli Sweeping Death cercano di percorrere una propria strada, di mettere in mostra una propria identità in musica, aggiungendo poi anche un concept filosofico alla base dei testi (che ruotano attorno al numero 3). Non ci troviamo davanti ad un gruppo easy-listening, servono diversi ascolti per assimilare le tre tracce, la musica dei bavaresi è complessa e proprio nella sua complessità diventa interessante ed affascinante, convincente ed anche coinvolgente. Personalmente preferisco la seconda traccia “Alter the rift”, forse la più vicina agli Iced Earth dei bei tempi, ma si tratta solo di gusti personali, dato che obiettivamente è tutto il disco a convincere pienamente. Per questo “Tristesse” gli Sweeping Death hanno fatto le cose in grande e sorprende ancora una volta come musica di tale qualità sia costretta all’autoproduzione, mentre le labels continuano inspiegabilmente a sommergerci quotidianamente di immondizie musicali… possibile che ci sia così tanta gente che non capisce nulla di buona musica e magari si possa pure far sfuggire gemme come questo disco degli Sweeping Death? Spero proprio di no!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Cradle of Filth, se l'Esistenza è futile, questo album non lo è per niente!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Ravenous ci regalano un power fresco e frizzante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Col terzo album i Worm si confermano una band in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un monumento al Dio metallo
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadowland, Heavy dagli USA per nostalgici degli anni '80
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Catalyst Crime non è male, ma strappa solo la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

L'expanded edition del debut album dei Runescarred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trumbiten, un secondo EP che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rage In My Eyes, ancora un lavoro di qualità superiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si fanno decisamente notare gli Spiritual Deception grazie ad un buonissimo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hrom e la leggenda di Powerheart
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla