A+ A A-
 

Debutto per i Wooden Throne, solo project di M. Lehto degli October Falls Debutto per i Wooden Throne, solo project di M. Lehto degli October Falls Hot

Debutto per i Wooden Throne, solo project di M. Lehto degli October Falls

recensioni

titolo
Under the Moon They Wander Until Fading Away
etichetta
Purity Through Fire
Anno

PROVENIENZA: Finlandia 

GENERE: Armospheric Doom/Black Metal 

FFO: October Falls, Summoning, Agalloch, Wolves in the Throne Room, Sojourner 

LINE UP: 
M. Lehto - vocals, all instruments 

TRACKLIST: 
1. At the Sorrows Chamber [05:54] 
2. The Ravens Cross [04:36] 
3. Withered at Sunrise [06:01] =ASCOLTA= 
4. Under the Moon They Wander Until Fading Away [05:53] 
5. Into Forests Calm [02:47] 
6. Return into Shadows [04:32] 
7. Through the Timeless Fields [02:44] 

Running time: 32:27 

opinioni autore

 
Debutto per i Wooden Throne, solo project di M. Lehto degli October Falls 2021-10-06 17:12:45 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    06 Ottobre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debutto assoluto per Wooden Throne, side project solista di Mikko Lehto, storico leader degli October Falls. Se con la band madre Lehto ha praticamente sperimentato ogni versione di Black, con WT punta deciso, in questo debutto dal chilometrico titolo "Under the Moon They Wander Until Fading Away", alla frangia più epico-atmosferica della Nera Fiamma; "Under the Moon..." è dunque un lavoro che vive di tempi mai troppo accelerati e di malinconiche melodie ad accompagnare le ferali screamin' vocals dell'artista finlandese. Grosso del mood presente in quest'opera si deve comunque ad un ottimo lavoro d'orchestrazioni, vero punto di forza di un album che avrebbe meritato in ogni caso una più che meritata promozione; ed è proprio il tono epico delle orchestrazioni, insieme ad un riffingwork particolarmente ispirato, a dare quel tocco in più che riesce ad unire alle atmosfere di October Falls - ovviamente -, Agalloch e Wolves in the Throne Room, le arie tipiche di gruppi come Summoning e Caladan Brood. Basterebbe il solo singolo "Withered at Sunrise" per restare letteralmente ammaliati dall'operato di Lehto, ma la traccia apripista è solo la punta dell'iceberg: ogni istante della circa mezz'ora di questo debut album è da ascoltare con la massima attenzione, lasciandosi trasportare dal vortice sensoriale che ogni singolo strumento provvede a fornire: la title-track, "The Ravens Cross", "Return into Shadows", sono tutti brani che al pari del succitato hanno un livello qualitativo estremamente elevato.
Anche dopo diversi ascolti ed andandoli a cercare con il lumicino, non troviamo in "Under the Moon..." il benché minimo difetto. Se siete amanti di queste sonorità così particolari, in cui a farla da padrone sono sapienti giochi melodici ed un cupo mood malinconico, allora la nuova creatura di Mikko Lehto saprà sicuramente fare al caso vostro.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Cradle of Filth, se l'Esistenza è futile, questo album non lo è per niente!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Ravenous ci regalano un power fresco e frizzante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Col terzo album i Worm si confermano una band in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un monumento al Dio metallo
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadowland, Heavy dagli USA per nostalgici degli anni '80
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Catalyst Crime non è male, ma strappa solo la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

L'expanded edition del debut album dei Runescarred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trumbiten, un secondo EP che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rage In My Eyes, ancora un lavoro di qualità superiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si fanno decisamente notare gli Spiritual Deception grazie ad un buonissimo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hrom e la leggenda di Powerheart
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla