A+ A A-
 

Dopo sei anni di silenzio, tornano con il loro quarto album i Putrevore Dopo sei anni di silenzio, tornano con il loro quarto album i Putrevore Hot

Dopo sei anni di silenzio, tornano con il loro quarto album i Putrevore

recensioni

gruppo
titolo
Miasmal Monstrosity
etichetta
Xtreem Music
Anno

PROVENIENZA: Spagna/Svezia 

GENERE: Death Metal 

FFO: Rottrevore, Incantation, Undergang, Funebrarum, Disma 

LINE UP: 
Dave Rotten - vocals 
Rogga Johansson - guitars, bass 
Brynjar Helgetun - drums 

TRACKLIST: 
1. Those Who Dwell Beyond [04:28] 
2. Vortex Devourer [03:34] =ASCOLTA= 
3. Terrible End of the Conjurer [04:06] 
4. Clad in Skin and Rot [03:36] 
5. Bloodlust of the Sleepers [03:13] 
6. Miasmal Monstrosity [03:36] 
7. The Fleshmen Awaits [04:26] 
8. With Tentacles Adorned [03:20] =ASCOLTA= 
9. Consume All Flesh [03:04] 

Running time: 33:23 

opinioni autore

 
Dopo sei anni di silenzio, tornano con il loro quarto album i Putrevore 2021-10-06 17:58:26 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    06 Ottobre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Abbiamo "incrociato" lo storico leader degli Avulsed, Dave Rotten, qualche settimana fa con il nuovo album dei death/doom metallers Famishgod, mentre Rogga Johansson è presenza quasi fissa sulle nostre pagine con i suoi innumerevoli progetti; ma dal 2004 i due hanno anche una band in comune: i Putrevore, portati avanti sempre dai due artisti a intervalli più o meno regolari; solo ultimamente sembra che la band in questione fosse stata messa un po' più da parte: i Putrevore mancavano infatti dal 2015, quando rilasciarono il non proprio riuscitissimo "Tentacles of Horror". Sei anni dopo ecco dunque tornare la premiata ditta Rotten/Johansson - coadiuvati come sempre da Brynjar Helgetun dietro le pelli - con "Miasmal Monstrosity", quarto album per l'act ispanico-scandinavo. La fortuna, per quanto riguarda i Putrevore, è che la musica si adatta al cavernoso vocione del cantante spagnolo, e siamo dunque lontani dal solito - oseremmo dire "ormai trito e ritrito" - old school Swedish Death cui mr. Rogga Johansson ci ha abituati così tanto negli ultimi anni: quello che abbiamo davanti è un Death Metal pesante come un macigno che prosegue con la possente andatura di un carrarmato, sulla scia dei primi lavori dei Nostri (in particolare l'ottimo "Macabre Kingdom"). Un incedere pachidermico inframezzato da accelerazioni particolarmente brutali, con rimandi a gente come Rottrevore, Funebrarum ed Undergang, per una mezz'ora di Death metal più che discreto che non brillerà di certo per originalità, ma che deve senz'altro alla compattezza e ad un songwriting ben quadrato la buona riuscita finale dell'opera, in cui si segnalano pezzi decisamente non male come "Terrible End of the Conjurer", la title-track e "Vortex Devourer".
Quello dei Putrevore è, in sostanza, un ritorno più che buono; "Miasmal Monstrosity" si attesta ben oltre una semplice sufficienza: pur non facendo gridare al miracolo, risulta essere un buonissimo album Death Metal, senza alcun bisogno del benché minimo orpello ad abbellire un affresco di orripilante fascino.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Cradle of Filth, se l'Esistenza è futile, questo album non lo è per niente!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Ravenous ci regalano un power fresco e frizzante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Col terzo album i Worm si confermano una band in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un monumento al Dio metallo
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadowland, Heavy dagli USA per nostalgici degli anni '80
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Catalyst Crime non è male, ma strappa solo la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

L'expanded edition del debut album dei Runescarred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trumbiten, un secondo EP che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rage In My Eyes, ancora un lavoro di qualità superiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si fanno decisamente notare gli Spiritual Deception grazie ad un buonissimo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hrom e la leggenda di Powerheart
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla