A+ A A-
 

My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals Hot

My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals

recensioni

gruppo
titolo
Until
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Blood Of Hope
2. Art Of Letting Go
3. Found Not Forgotten
4. Slowest Death In Life
5. Beginning And The End
6. Day One
7. Bridges Burning
8. The Hell I Died For
9. Name Of The Game
10. Forever
Total Playing Time: 50:34 min

LINE-UP:
Teija Sotkasiira – vocals
Kimmo Pitkänen – guitars
Petteri Paukku – bass
Jan Hirvonen – drums, synth, FX

opinioni autore

 
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals 2021-10-07 08:14:50 Celestial Dream
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Celestial Dream    07 Ottobre, 2021
Ultimo aggiornamento: 07 Ottobre, 2021
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Disco di debutto autoprodotto per i My Haven, band che atterra dalla Finlandia per regalarci cinquanta minuti di Metal melodico e dalle atmosfere timidamente moderne, conditi dalla buona ugola della frontwoman Teija Sotkasiira. Una proposta trita e ritrita da decine di altri act negli ultimi tempi, ma bisogna ammettere che in questo “Until” non troviamo alcun filler e incontriamo altresì un gruppo che riesce a comporre brani spontanei che si lasciano ascoltare con piacere. Nessuna esagerazione sinfonica o divagazioni ultra-moderne alla Amaranthe; il lato canzone qui viene rispettato attraverso dieci song valide, nessun filler.
L'opener "Blood of Hope" colpisce con un buon tiro, le melodie calde di “Slowest Death In Life” e “Beginning And The End” si stampano subito in testa e sono supportate da ottimi spunti da parte di Kimmo Pitkänen alla chitarra – sempre bravo a muoversi con equilibrio mostrando gran gusto melodico -. La più massiccia e powereggiante “The Hell I Died For” mostra riff più profondi ed arrangiamenti orchestrali con la voce di Teija che diventa man mano più graffiante fino alla ballata finale, quella “Forever” che disegna dolcemente le note finali di questo lavoro.
“Until” è un disco altamente piacevole ed i My Haven sono una band da tenere in considerazione; sinceramente questo loro debutto è superiore a diverse uscite molto più pompate e pubblicizzate.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Cradle of Filth, se l'Esistenza è futile, questo album non lo è per niente!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Ravenous ci regalano un power fresco e frizzante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Col terzo album i Worm si confermano una band in costante crescita
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un monumento al Dio metallo
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shadowland, Heavy dagli USA per nostalgici degli anni '80
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debut album dei Catalyst Crime non è male, ma strappa solo la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

L'expanded edition del debut album dei Runescarred
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trumbiten, un secondo EP che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rage In My Eyes, ancora un lavoro di qualità superiore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si fanno decisamente notare gli Spiritual Deception grazie ad un buonissimo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Haven: un debutto interessante per gli amanti delle female vocals
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Hrom e la leggenda di Powerheart
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla