A+ A A-
 

Rebel's End, dal belgio con un mix di Sleazy Rock e Heavy Metal scoppiettante ed energico Rebel's End, dal belgio con un mix di Sleazy Rock e Heavy Metal scoppiettante ed energico Hot

Rebel's End, dal belgio con un mix di Sleazy Rock e Heavy Metal scoppiettante ed energico

recensioni

titolo
Sing To The Devil
etichetta
Pure Steel Records
Anno

TRACKLIST:
1. DCLXVI
2. Evil Eye
3. Black Crow
4. Rawhead
5. Death & Destruction
6. Wayward
7. Outlaw
8. Blood From A Stone
9. From The Ashes
10. Inferno
11. End Of Me
12. Chernyy Voron
Total Playing Time: 38:28 min

LINE-UP:
Jef Wouters – vocals, rhythm guitars
Rutger Van Elsen – guitars, backing vocals
Stijn Yskout – bass, backing vocals
Gunther De Beul – drums, backing vocals

opinioni autore

 
Rebel's End, dal belgio con un mix di Sleazy Rock e Heavy Metal scoppiettante ed energico 2021-10-20 08:53:42 Celestial Dream
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Celestial Dream    20 Ottobre, 2021
Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre, 2021
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Arrivano dal Belgio con questa loro seconda release in carriera (che segue il debutto del 2017 “Seeing Red, Seeing Dead”); parliamo dei Rebel's End e del loro Sleazy Hard Rock/Heavy Metal ricco di carica ed energia. Una brevissima ed inutile intro apre la via alle chitarre ruvide, suonate da Rutger, ed alla voce grintosa di Jeff che subito caratterizzano l'opener “Evil Eye”. “Sing To The Devil” prosegue per quaranta minuti scarsi regalandoci sprazzi di carica solida grazie ai ritmi scoppiettanti e riffoni ricchi di veemenza come dimostra il tocco Heavy/Thrash di “Rawhead” e con i cori possenti di “Death & Destruction”, song dal tocco più moderno. Altro esempio di buon Heavy Metal di stampo ottantiano arriva con la grintosa “Outlaw”, spinta da ritmi medio alti, esplosioni di chitarre durante l'assolo ed un ritornello d'impatto immediato o con la diretta “Inferno” dove è il basso a dettare i tempi. Meno riusciti e probabilmente fin troppo scontati, i momenti più rockeggianti, che presentano qualche influenza Punk come “Blood from a Stone”.
Mica male questi Rebel's End; pur senza inventare nulla, la loro proposta sonora è ricca di energia e l'ascolto di questo “Sing To The Devil” potrebbe regalare diverse soddisfazioni ad ogni metalhead.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il debut album degli Evil Hunter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Evil Hunter, poteva essere anche meglio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Cross, quando già il "biglietto da visita" non promette bene....
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gamma Ray festeggiano il trentennale con un live album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discordance: Death Metal da Ferrara
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Piacevole hard rock per i No Names
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Autoproduzioni

Trend Kill Ghosts: una piacevole sorpresa dal Brasile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto da parte dei finlandesi i Helvete
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosa Nocturna: un buon progetto ma con qualche difetto di troppo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jason Payne & The Black Leather Riders: una band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto assoluto per gli italianissimi Spiral Wounds
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli appassionati di Gothic con voce maschile ecco i Basement's Glare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla