A+ A A-
 

Un debut album dalle molteplici sfaccettature per i Feed the Corpses to the Pigs Un debut album dalle molteplici sfaccettature per i Feed the Corpses to the Pigs Hot

Un debut album dalle molteplici sfaccettature per i Feed the Corpses to the Pigs

recensioni

titolo
This Insidious Horror
etichetta
Horror Pain Gore Death Productions
Anno

PROVENIENZA: USA 

GNEERE: Death Metal/Grindcore 

FFO: early Carcass, Napalm Death, Skeletonwitch, early Death, Pig Destroyer 

LINE UP: 
Shawn "Death Pig" Fink – vocals, guitars 
Bill "Slaughter Pig" Dierker – guitars 
Lucas "Torture Pig" Boron – bass, vocals 
Eli "Murder Pig" Perea – drums 

TRACKLIST: 
1. Separate [02:51] 
2. Ghost of Winter (ft. Rick Rozz from Death/Massacre) [02:28] =VIDEO= 
3. Jesus is my Respirator [02:39] =ASCOLTA= 
4. The Death of Expertise [03:17] =ASCOLTA= 
5. Trapped Spirit [02:50] 
6. I Drink Myself to Death [04:03] 
7. The Ocean Sings of Murder (ft. Jelly from Void Dancer) [04:34] 
8. Out of Sync [01:52] 
9. Flashpoint [03:41] 
10. This Fucking Horror [04:14] 

Running time: 32:29 

opinioni autore

 
Un debut album dalle molteplici sfaccettature per i Feed the Corpses to the Pigs 2021-10-21 11:09:58 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    21 Ottobre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Feed the Corpses to the Pigs oltre a far rivenire alla mente il personaggio di Testarossa nel capolavoro di Guy Ritchie, Snatch, sono una Death/Grindcore band proveniente da Albuquerque che arriva al debutto su lunga distanza con questo "This Insidious Horror", uscito a due anni di distanza dal debutto assoluto con l'EP "Anthology" e licenziato da Horror Pain Gore Death Productions. L'etichetta di band Death Metal/Grindcore, va detto, sta sicuramente stretta al quartetto del New Mexico: sono molteplici infatti le sfumature presenti nel sound dei Nostri, a partire sì da un base che rimanda ai primi lavori dei Carcass unito ad una certa matrice Punk/HC à la Napalm Death, ma con anche, durante la mezz'ora circa di durata dell'album, possenti passaggi prettamente Death Metal (Skeletonwitch, Morbid Angel, primi Death), come nella seconda parte del singolo "Ghost of Winter" - in cui compare come ospite Rick Rozz -, ma anche fugaci invasioni in territori Black Metal e financo Thrash/Crossover (il refrain di "Jesus is my Respirator" richiama fortemente i vari Nuclear Assault, D.R.I., S.O.D. -. Capirete dunque che quello che si ha tra le mani è un disco altamente vario, in cui una certa velocità d'esecuzione ha il ruolo predominante, cosa che non potrà che giovare in sede live: i pezzi della band americana promettono un moshpit a dir poco sfrenato, poco ma sicuro. Il discreto lavoro vocale di Shawn "Death Pig" Fink - lo definiremmo senza infamia e senza lode - viene ottimamente accompagnato da un gran bel lavoro delle asce - lo stesso Fink e Bill "Slaughter Pig" Dierker - e, soprattutto, dall'arrembante drumming di Eli "Murder Pig" Perea, autore a nostro avviso di una prestazione sontuosa.
Il consiglio è quello di dare magari prima un'ascoltata rapida ai tre singoli, ma anche dopo di procurarsi questo debut album dei Feed the Corpses to the Pigs: non sarà un disco per cui strapparsi i capelli (almeno per chi li ha), ma possiamo certamente affermare che "This Insidious Horror" è un disco onestissimo che saprà intrattenere per una mezz'oretta abbondante.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il debut album degli Evil Hunter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Evil Hunter, poteva essere anche meglio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Cross, quando già il "biglietto da visita" non promette bene....
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gamma Ray festeggiano il trentennale con un live album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discordance: Death Metal da Ferrara
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Piacevole hard rock per i No Names
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Autoproduzioni

Trend Kill Ghosts: una piacevole sorpresa dal Brasile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto da parte dei finlandesi i Helvete
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosa Nocturna: un buon progetto ma con qualche difetto di troppo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jason Payne & The Black Leather Riders: una band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto assoluto per gli italianissimi Spiral Wounds
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli appassionati di Gothic con voce maschile ecco i Basement's Glare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla