A+ A A-
 

Debutto dai toni fantascientifici per gli Zetar Debutto dai toni fantascientifici per gli Zetar Hot

Debutto dai toni fantascientifici per gli Zetar

recensioni

gruppo
titolo
Devouring Darkness
etichetta
Spirit Coffin Publishing
Anno

PROVENIENZA: USA 

GENERE: Thrashing Black/Death Metal 

FFO: Blood Incantation, Immortal, Acheron, Toxic Holocaust 

LINE UP: 
T.P. - vocals 
R.G. - guitars, bass, synth 
David Lanas - drums 

TRACKLIST: 
1. Devouring Darkness [02:07] 
2. Return to Talos IV (The Cage) [05:42] 
3. Demons of Darkness and Air [05:17] 
4. Portal Six-Three [05:17] 
5. Lights of Zetar [05:22] =ASCOLTA= 
6. Landru [06:17] 
7. Orbital Decay [01:56] 
8. Ardra (Great Deceiver) [07:50] 

Running time: 39:48 

opinioni autore

 
Debutto dai toni fantascientifici per gli Zetar 2021-10-21 15:35:09 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    21 Ottobre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci portano nel vuoto extra-dimensionale, nello spazio più profondo gli Zetar, band nata come solo project dell'artista texano R.G., cui si sono uniti in seguito il cantante francese T.P. ed il batterista ecuadoregno David Lanas. I Nostri vengono definiti nelle info che accompagnano il promo come Black/Death, anche se non è del tutto preciso: sì, per "semplificare" si può dire che gli Zetar suonino un Black/Death in fortissima salsa sci-fi - come crediamo si sia capito dalle parole che hanno aperto la recensione -, ma più nello specifico vediamo come le sonorità del trio intercontinentale vedano un mix tra old school Death Metal ed un Thrash/Black di matrice US (Toxic Holocaust, Midnight e compagnia). Musicalmente assolutamente nulla di nuovo insomma, ed una produzione tutto sommato sufficiente ma in cui si poteva far qualcosa in più - specie per la batteria -, ma tutto sommato possiamo tranquillamente affermare che "Devouring Darkness" è un debut album che va a meritarsi più che ampiamente la sufficienza. Questo in primis per l'interessante concept fantascientifico - una 'debolezza' di chi vi scrive -, ma anche perché i brani che vanno a comporre la tracklist mostrano di aver un buon tiro; ok, praticamente quasi tutti i pezzi avrebbero avuto bisogno di una sforbiciata (fanno eccezione solo l'intro/title-track e "Orbital Decay") in modo da rendere l'ascolto ancor più fluido tagliando, per l'appunto, alcuni momenti decisamente filler, ma ciò non toglie che se si pensa a pezzi come "Portal Six-Three", "Lights of Zetar" o "Return to Talos IV (The Cage)", si ha una chiara visione di come potrebbero benissimo rendere qualora la band decidesse di calcare i palchi.
"Devouring Darkness" non sarà uno di quegli album destinati ad entrare nello stereo per non uscirne più, ma come ascolto "di tanto in tanto" l'opera prima degli Zetar svolge agevolmente il proprio compito: intrattenere a dovere con un discreto Thrashing Black/Death. Insomma, dategli pure un ascolto: ne varrà la pena.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il debut album degli Evil Hunter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Evil Hunter, poteva essere anche meglio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Cross, quando già il "biglietto da visita" non promette bene....
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gamma Ray festeggiano il trentennale con un live album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discordance: Death Metal da Ferrara
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Piacevole hard rock per i No Names
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Autoproduzioni

Trend Kill Ghosts: una piacevole sorpresa dal Brasile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto da parte dei finlandesi i Helvete
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosa Nocturna: un buon progetto ma con qualche difetto di troppo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jason Payne & The Black Leather Riders: una band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto assoluto per gli italianissimi Spiral Wounds
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli appassionati di Gothic con voce maschile ecco i Basement's Glare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla