A+ A A-
 

Charley Verlaine fa centro al primo colpo Charley Verlaine fa centro al primo colpo Hot

Charley Verlaine fa centro al primo colpo

recensioni

titolo
Komorebi
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. Skull & Bones
2. Inner Sinners
3. Wild Child
4. Fire
5. Sonny (You Need Somebody)
6. What I Say
7. Down
8. All The Faces
9. Alison's House Of Glass
10. Komorebi

Line up:
Charley Verlaine - vocals, guitars, bass
Joe Babiak - drums

opinioni autore

 
Charley Verlaine fa centro al primo colpo 2021-10-26 07:48:41 Francesco Noli
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Francesco Noli    26 Ottobre, 2021
Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Charley Verlaine è un artista dotato di quella particolare sensibilità rivolta alla musica che si addice ai personaggi talentuosi, che non mancano nel Rock per fortuna; da qui si arguisce che il musicista in questione di talento ne ha parecchio e lo scolpisce a fuoco in questo "Komorebi", disco di spessore nel campo Hard & Heavy le cui qualità sono dinamismo, freschezza compositiva, songwriting sopra la media e tanto, tanto groove. Sempre al servizio della canzone e mai ponendosi da virtuoso, Charley scaglia il suo strumento a servizio di track melodiche e grintose come l'iniziale "Skull & Bones", in cui i suoni, grazie a una produzione pulita e poderosa, risultano bilanciatissimi tra la potenza dei riffs e la melodia del chorus come se i Kiss più duri (quelli di "Lick It Up" o "Creatures Of The Night") incontrassero la ruvidezza dei Mötley Crüe. Il divertimento è assicurato nei ripetuti ascolti di questo platter, catapultati nelle feste folli e lussuriose degli anni '80 con pezzi come "Wild Child", "Down" o "Fire", in cui i solo di chitarra sono piccoli gioielli e la sezione ritmica un fuoco lungi dall'affievolirsi, una corsa sulle montagne russe respirando quell'Hard Rock pieno dal suono possente. Solo nel finale si tira un po' il fiato con la semiacustica ma galoppante "Alison's House Of Glass", in cui la voce di Verlaine gode di un espressività disarmante, greve ma gioiosa, dolce e severa al contempo. "Komorebi" è un disco da ascoltare tutto di un fiato che ti prende dalla prima all'ultima nota, ti avvolge di quel senso di spensieratezza e ingenuità e soprattutto ti fa stare bene; disco veramente notevole e di classe in cui si spera nel suo supporto fisico ma che per ora potete trovare in digitale su tutti i principali webstore musicali. CONSIGLIATISSIMO!!!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il debut album degli Evil Hunter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Evil Hunter, poteva essere anche meglio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Cross, quando già il "biglietto da visita" non promette bene....
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gamma Ray festeggiano il trentennale con un live album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discordance: Death Metal da Ferrara
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Piacevole hard rock per i No Names
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Autoproduzioni

Trend Kill Ghosts: una piacevole sorpresa dal Brasile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto da parte dei finlandesi i Helvete
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosa Nocturna: un buon progetto ma con qualche difetto di troppo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jason Payne & The Black Leather Riders: una band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto assoluto per gli italianissimi Spiral Wounds
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli appassionati di Gothic con voce maschile ecco i Basement's Glare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla