A+ A A-
 

Album d'esordio per gli Imaginature, band polacca di Power sinfonico Album d'esordio per gli Imaginature, band polacca di Power sinfonico Hot

Album d'esordio per gli Imaginature, band polacca di Power sinfonico

recensioni

titolo
Imaginature
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. Atonement
2. Edge
3. Imaginature
4. Shade Enchantress
5. Renegade
6. Through The Cellar Door
7. Near The End
8. Weather The Storm

Line-up:
Michał Lenarciak - vocals
Prince Tahra - vocals
Adam - bass
Krzysiek - drums
Marcin - lead guitar
Leszek - keyboards
Arek - pipes, whistle

Guests:
Margo Moyra - vocals on track 7
Konstantin Naumenko - vocals on tracks 2-3, 6, 8
Trzeszcz - vocals on track 5
Pawel Janiszewski - keyboard solo on track 4, choir on track 1
Dawid Wilczński - guitar solo on track 7
Anna Dembowska - vocals on track 2, 4, 6
Gunsen - guitar solo on track 1

opinioni autore

 
Album d'esordio per gli Imaginature, band polacca di Power sinfonico 2021-10-28 16:07:08 Virgilio
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Virgilio    28 Ottobre, 2021
Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Imaginature sono una band polacca che debutta con questo primo album omonimo. Il loro stile è un Power sinfonico, dove sono in particolare evidenza tastiere e orchestrazioni: ufficialmente non c'è in line-up una voce femminile, come spesso avviene per gruppi di questo genere, però in tre brani compare il cantato operistico di Anna Dembowska. Non si tratta comunque dell'unica guest presente nel disco, dato che invece si riscontra la presenza di numerose collaborazioni: anzitutto, per le voci soliste, oltre alla già citata Dembowska, compaiono altri cinque cantanti, tra cui Konstantin Naumenko (Delfinia, Sunrise, Symphonity, Titanium), Trzeszcz (Thermit), nonché Margo Moyra nel brano "Near The End". Non mancano neppure alcuni musicisti solisti: in particolare c'è un assolo di tastiere di Pawel Janiszewski in "Shade Enchantress", mentre Gunsen (Pathfinder) e Dawid Wilczński (entrambi chitarre) suonano rispettivamente in "Atonement" e "Near The End". Una particolarità è data dal fatto che la band si avvale anche di alcuni strumenti a fiato (ad esempio flauti e fischietti), a cura di Arek: ciò contribuisce a conferire maggiore personalità ad uno stile che, in effetti, talvolta dà l'impressione di essere piuttosto derivativo, con riferimenti ben precisi a varie band quali Nightwish, Edenbridge, Sonata Arctica, ecc. (anzi, sotto questo profilo, sarebbe stato auspicabile un apporto un po' più consistente). Un altro aspetto da evidenziare è che una formazione così aperta tende a dare un senso un po' di disomogeneità in alcuni brani, creando una varietà stilistica che non sempre sembra essere pienamente funzionale all'album. Ad ogni modo, tra gli highlight del disco si mette in evidenza il brano "Near The End" (dove peraltro la band ci sembra mostrare anche uno stile un po' più personale), ma possiamo menzionare tra gli altri senz'altro anche "Shade Enchantress" e "Through The Cellar Door". Al di là di qualche piccola acerbità, questo esordio degli Imaginature è abbastanza gradevole e lascia intravedere buone potenzialità, probabilmente tuttavia non ancora espresse dalla band al meglio delle proprie possibilità.

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Il debut album degli Evil Hunter
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Evil Hunter, poteva essere anche meglio!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Devil Cross, quando già il "biglietto da visita" non promette bene....
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Gamma Ray festeggiano il trentennale con un live album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Discordance: Death Metal da Ferrara
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Piacevole hard rock per i No Names
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Autoproduzioni

Trend Kill Ghosts: una piacevole sorpresa dal Brasile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un buon debutto da parte dei finlandesi i Helvete
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosa Nocturna: un buon progetto ma con qualche difetto di troppo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jason Payne & The Black Leather Riders: una band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto assoluto per gli italianissimi Spiral Wounds
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli appassionati di Gothic con voce maschile ecco i Basement's Glare
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla