A+ A A-
 

Quinto album per gli Ofermod ed il loro Black Metal luciferino Quinto album per gli Ofermod ed il loro Black Metal luciferino Hot

Quinto album per gli Ofermod ed il loro Black Metal luciferino

recensioni

gruppo
titolo
Mysterium Iniquitatis
etichetta
Shadow Records
Anno

PROVENIENZA: Svezia 

GENERE: Black/Death Metal 

LINE UP: 
Nebiros - vocals 
Belfagor - guitars 
Magnus "Devo" Andersson - bass (session) 
Calle Larsson - drums (session) 

TRACKLIST: 
1. Mysterium Iniquitatis [07:11] =ASCOLTA= 
2. Inax Ya Lil [05:50] 
3. When the Blacksmith Killed [06:01] 
4. Arteria Uterina [05:37] 
5. Sacrosanctus [03:26] 
6. Poraios dd Rejectis [07:28] 
7. Consecration [07:21] 
8. Loyal to Belial [06:22] 

Running time: 49:16 

opinioni autore

 
Quinto album per gli Ofermod ed il loro Black Metal luciferino 2021-12-05 15:02:56 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    05 Dicembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uno dei dischi preferiti del sottoscritto in ambito Black Metal è praticamente da sempre "Mystérion Tés Anomias", l'EP che segnò il debutto assoluto di quella che sarebbe divenuta una delle più malvagie creature che si sarebbero mosse all'ombra della Nera Fiamma: gli svedesi Ofermod. Da allora il combo di Norrköping è sempre stato musicalmente una garanzia, con una serie di lavori tutti ben al di sopra della media, ma anche con una carriera costellata di pause a causa del caratterino non proprio pacato del leader Mika "Belfagor" Hakola, entrato ed uscito di prigione abbastanza spesso. Tuttavia, nonostante questo problema non proprio sorvolabile, gli Ofermod sono riusciti col tempo a tirari fuori lavori assolutamente degni di nota come "Tiamtü" e "Thaumiel", così come "Sol Nox" e, l'anno scorso, "Pentagrammaton", opera di recupero di quello che sarebbe dovuto essere il primo album della band nel 2005 (col titolo "Mystery of Iniquity") e mai pubblicato. E si arriva così ai giorni nostri ed a "Mysterium Iniquitatis", quinto studio album degli Ofermod che rinsaldano la loro partnership con Shadow Records. Sotto la supervisione alla produzione dell'ex-Marduk Magnus "Devo" Andersson - impegnato anche come bassista session -, Nebiros e Belfagor assaltano con il loro classico sound fortemente legato al Black Metal svedese di fine anni '90, un sentiero che gli stessi Ofermod hanno contribuito a tracciare con Dissection, Watain ed Ondskapt, tutti gruppi con cui le sonorità dei Nostri hanno affinità. Così come fedeli al genere, così gli Ofermod lo sono nel loro modo d'intenderlo tra accelerate assassine scandite da una sezione ritmica tellurica (a "Devo" Andersson si aggiunge alla batteria l'altro session Calle Larsson) e grandiosi momenti cadenzati pregni di quell'atmosfera da litania luciferina di cui i Nostri sono maestri che trova il proprio zenit in un sapiente uso di epici quanto inquietanti cori. Ed il tutto è condito da un riffingwork che trasuda Black Metal svedese da ogni singola nota, da ogni tagliente riff e da ogni melodia 'dissectioniana': dalla title-track che apre l'opera fino alla conclusiva "Loyal to Belial" passando per ottimi brani tutti di pregevole fattura - tra le quali segnaliamo il trittico composto da "When the Blacksmith Killed", "Arteria Uterina" e "Sacrosanctus" - gli Ofermod ci offrono la loro ennesima apertura dei cancelli dell'Inferno, un album solido ed ispirato in cui traspare ad ogni passaggio l'esperienza oggi venticinquennale del duo alla guida di questo maligno progetto. Il consiglio è di procurarsi "Mysterium Iniquitatis", accendere delle candele nere e lasciarsi trascinare dagli Ofermod nella discesa agli inferi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Nocturna, una nuova band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Beriedir si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ashes of Ares, un altro disco sicuramente valido!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bullet Ride, un esordio che non convince
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il secondo album dei Worm Shepherd è un capolavoro!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Ecryptus ed il loro tributo Death Metal all'Impero Galattico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Cyrax realizzano un EP nel quale giocano un po' con la propria musica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Warzaw e l'amore verso l'Heavy degli anni '80
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ilium: un EP decisamente godibile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Ewiniar è una luce nel buio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le fiabe di Chris Maragoth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EP di debutto per i brasiliani Hranice Abyss
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla