A+ A A-
 

Per gli Stillbirth un buonissimo EP sulla falsariga del precedente disco Per gli Stillbirth un buonissimo EP sulla falsariga del precedente disco Hot

Per gli Stillbirth un buonissimo EP sulla falsariga del precedente disco

recensioni

titolo
Strain of Gods
etichetta
Unique Leader Records
Anno

PROVENIENZA: Germania

GENERE: Brutal Death Metal/Deathcore

TRACKLIST:
1. Ultimum Exitium
2. Surfers Paradise
3. Double Fire, Double Fun
4. Skinned By the Sun
5. You Can't Kill Us =VIDEO=
6. Strain of the Gods =VIDEO=

LINE-UP:
Lukas Swiaczny - Vocals
Lukas Kaminski - Bass
Jens Strack - Guitars
Dominik König - Bass
Leonard Thoma - Guitars
Martin Grupe - Drums

opinioni autore

 
Per gli Stillbirth un buonissimo EP sulla falsariga del precedente disco 2021-12-05 16:12:08 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    05 Dicembre, 2021
Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nuova produzione in casa Stillbirth, questa volta un EP dopo lo splendido lavoro fatto con l'ultimo album del 2020. Questo "Strain of Gods" è esattamente figlio diretto del disco precedente e pertanto una bomba atomica. Sei tracce nelle quali i Nostri dimostrano ancora una volta che dall'anno scorso si può parlare tranquillamente di una rinascita dell'act teutonico. Come già ravvisammo all'epoca, il grosso difetto degli Stilbirth è sempre stato un Brutal Death fin troppo standard unito ad una pessima qualità audio. Cosa che fortunatamente cambiò radicalmente proprio lo scorso anno e che di fatto permise alla band di emergere in tutto il suo splendore: violenza gratuita allo stato puro. Ecco, l'EP in questione si fregia di questa nuova linfa vitale portando a compimento e confermando l'enorme salto qualitativo che il gruppo ha fatto. Tra l'altro si tratta dell'ultima produzione in cui figura lo storico bassista Dominik "Pumpa" König, morto suicida solamente un mese fa, il 2 novembre. È indubbio, quindi, come per gli Stillbirth questo EP segni davvero un passaggio verso una nuova fase. Fase che, a dirla tutta, noi riteniamo essere già in corso, perché il Brutal Death/Deathcore proposto dai nostri è a dir poco disumano e perfettamente riconoscibile: tra mille dischi il sound degli Stillbirth lo si riconosce sempre. Un mix tra la classica chitarra a motosega e quasi ovattata ed un approccio più "pulito" ed attento quando si tratta di assoli e breakdown. Insomma, tutto è perfettamente al suo posto ed il risultato non poteva che essere perfetto e, soprattutto, equilibrato. Fattore, quest'ultimo, che è stato determinante nell'evoluzione degli Stillbirth, i quali - prima, s'intende - buttavano tutto in caciara con eccessive sezioni slam. Ora invece si dà il giusto spazio a tutto, dalle blastate assassine e tirate come in "Skinned By The Sun" alle sezioni molto più groove e cadenzate come nell'opener "Ultimum Exitium". Recuperate questa breve produzione, che siamo sicuro sarà il preludio di un nuovo disco.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Nocturna, una nuova band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Beriedir si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ashes of Ares, un altro disco sicuramente valido!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bullet Ride, un esordio che non convince
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il secondo album dei Worm Shepherd è un capolavoro!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Ecryptus ed il loro tributo Death Metal all'Impero Galattico
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Cyrax realizzano un EP nel quale giocano un po' con la propria musica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Warzaw e l'amore verso l'Heavy degli anni '80
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ilium: un EP decisamente godibile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Ewiniar è una luce nel buio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le fiabe di Chris Maragoth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EP di debutto per i brasiliani Hranice Abyss
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla