A+ A A-
 

Screaming Shadows: un connubio fra varie forme di Metal Screaming Shadows: un connubio fra varie forme di Metal Hot

Screaming Shadows: un connubio fra varie forme di Metal

recensioni

titolo
“Legacy of Stone”
etichetta
From The Vaults
Anno

Tracklist:
1. Free Me
2. Heaven Or Hell
3. Crimes With No Name
4. Love And Hate
5. The Devil’s Mask
6. Lost Child
7. Live For Your Dreams
8. Stand In Line
9. Shake Your Blood
10. Where I Have Been Up To Now

Line up:
Alessandro Marras – vocals
Francesco Marras – guitars
Jürgen Steinmetz – bass
Michele Sanna – drums

opinioni autore

 
Screaming Shadows: un connubio fra varie forme di Metal 2021-12-05 18:17:11 Corrado Franceschini
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Corrado Franceschini    05 Dicembre, 2021
Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Francesco Marras, oltre che essere in forza come chitarrista nei Tygers Of Pan Tang, è anche il fondatore degli Screaming Shadows, band nata nel 1999 e che ha pubblicato quattro dischi, l’ultimo dei quali, “Night Keeper”, uscito nel 2011. Dopo un decennio il combo è tornato in attività con una formazione rinnovata, e ha fatto uscire “Legacy Of Stone”. I dieci pezzi del disco vanno a toccare diverse tipologie di Metal e, grazie a questo fatto, risultano gradevoli da ascoltare e mai noiosi. Voglio mettere in evidenza il gran lavoro svolto da Francesco che ha suonato e fatto sovra incidere in sala di registrazione diverse chitarre, creando così un suono consistente e pieno. Alla buona riuscita del disco concorre la voce di Alessandro Marras che non è mai sopra le righe né troppo acuta. La sezione ritmica, invece, è potente ed è appannaggio di Michele Sanna (bt) e Jurgen Steinmetz (bs). Dopo gli elogi mi permetto di fare un appunto. Le note musicali sono sette e non possiamo aspettarci grandi innovazioni, ma brani come “Heaven Or Hell”, somigliante in maniera impressionante a un pezzo dei Bon Jovi, o “Where I Have Been Up To Now”, in cui vengono “clonati” gli Helloween di “Eagle Fly Free”, potevano essere sostituiti da altre canzoni con un poco più di fantasia. Fortunatamente gli altri pezzi, nonostante le varie influenze che si riscontrano, mi hanno convinto: merito anche dei ritornelli ben strutturati. Gli amanti dell’Heavy/Power avranno modo di scatenarsi ascoltando il primo pezzo intitolato “Free Me”, mentre i patiti di Stratovarius e Helloween, quelli veloci ma densi di melodia, godranno come ricci con “Love And Hate”. Gli Screaming Shadows dimostrano la loro devozione verso il metodo di scrittura e composizione di Ronnie James Dio in “The Devil’s Mask”. Francesco, invece, decide di dare risalto alla sua chitarra regalandoci arpeggi cari a Malmsteen, piazzandoli come soli liberatori in “Live For Your Dreams”. I pezzi da me non citati, sono comunque di un livello più che sufficiente. "Legacy Of Stone" andrà un poco stretto a chi, come me, ha ascoltato migliaia di dischi Heavy Metal, ma farà la felicità di chi cerca potenza e melodia coniugate assieme. Se siete appassionati di vinile vi segnalo che il disco è stato stampato in tre colori, in tiratura limitata di cento copie ciascuna.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Nel "nome" di Obituary e Possessed: secondo album per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nocturna, una nuova band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Beriedir si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ashes of Ares, un altro disco sicuramente valido!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bullet Ride, un esordio che non convince
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il secondo album dei Worm Shepherd è un capolavoro!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Planeswalker, un progetto ispirato al gioco Magic: The Gathering
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Cyrax realizzano un EP nel quale giocano un po' con la propria musica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Warzaw e l'amore verso l'Heavy degli anni '80
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ilium: un EP decisamente godibile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Ewiniar è una luce nel buio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le fiabe di Chris Maragoth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla