A+ A A-
 

EP di debutto per i brasiliani Hranice Abyss EP di debutto per i brasiliani Hranice Abyss

EP di debutto per i brasiliani Hranice Abyss

recensioni

titolo
Aphagy
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Brasile 

GENERE: Death/Thrash Metal 

FFO: The Black Dahlia Murder, Death, Slayer, Lamb of God, Decapitated 

LINE UP
Vic Ferreira - vocals 
Henrique De Fina - guitars 
Bruno Nicolozzi - bass 
Lucas Coltri - drums 

TRACKLIST
1. Voiceless [00:53] 
2. Flawless Oblivion [03:52] =VIDEO= 
3. Thoughtseize [03:07] 
4. Violation of Human Condition [02:57] 
5. Byron's Embrace [03:39] 
6. Pathfinder [04:03] =VIDEO= 

Running time: 18:31 

opinioni autore

 
EP di debutto per i brasiliani Hranice Abyss 2022-01-05 20:51:26 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    05 Gennaio, 2022
Ultimo aggiornamento: 06 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Formatisi recentemente e dopo aver pubblicato un paio di singoli, debutta con un EP di poco meno d'una ventina di minuti i brasiliani Hranice Abyss, quartetto di São Paulo dedito ad un Death/Thrash che unisce svariate influenze che passano da quelle più "vecchie" come Slayer e Death fino a soluzioni decisamente più moderne (Lamb of God, ultimi Decapitated, The Black Dahlia Murder). Il risultato finale può essere visto in due modi, dipende da quali siano, essenzialmente, i vostri gusti: saprà accendere l'interesse di chi ha un più ampio spettro di gusti musicali o farà storcere il naso ai più puristi. Dal canto nostro, riteniamo che forse il combo brasiliano ha messo un po' troppa carne a cuocere; i brani che compongono "Aphagy" hanno un discreto impatto, ne va dato atto, ma è anche vero che quasi ci si perde tra i continui cambi sia di tempo che stilistici. Prendete già solo l'opener "Flawless Oblivion" (ovviamente non contiamo la breve intro "Voiceless"): accelerate taglienti slayeriane, breackdown moderni, melodie alla The Black Dahlia Murder, il tutto in un susseguirsi senza soluzione di continuità, ed è così per l'intera durata dell'EP, seppur con lo scorrere della tracklist sembra sia abbia una prevalenza verso il Technical/Melodic Death. Tutto sommato, "Aphagy" è un lavoro che va a meritarsi un'ampia sufficienza, complice anche una produzione decisamente ottima; per il futuro auspichiamo che i Hranice Abyss possano essere un po' meno "dispersivi", ripartendo magari da "Violation of Human Condition".

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Nel "nome" di Obituary e Possessed: secondo album per i greci Abyssus
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nocturna, una nuova band da tenere d'occhio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Beriedir si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ashes of Ares, un altro disco sicuramente valido!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bullet Ride, un esordio che non convince
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il secondo album dei Worm Shepherd è un capolavoro!
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Planeswalker, un progetto ispirato al gioco Magic: The Gathering
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Cyrax realizzano un EP nel quale giocano un po' con la propria musica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Warzaw e l'amore verso l'Heavy degli anni '80
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ilium: un EP decisamente godibile
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il debutto degli Ewiniar è una luce nel buio
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le fiabe di Chris Maragoth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla