A+ A A-
 

Dalla Svezia un buon US Death della vecchia scuola: debutto per i Necrophagous Dalla Svezia un buon US Death della vecchia scuola: debutto per i Necrophagous Hot

Dalla Svezia un buon US Death della vecchia scuola: debutto per i Necrophagous

recensioni

titolo
In Chaos Ascend
etichetta
Transcending Obscurity Records
Anno

PROVENIENZA: Svezia 

GENERE: Death Metal 

FFO: Morbid Angel, Deicide, Cannibal Corpse, Dying Fetus, Suffocation 

LINE UP: 
Tommy Carlsson - vocals, guitars 
Joakim Svensson - bass 
Martin Michaelsson - drums 

TRACKLIST: 
1. The Binding [01:19] 
2. Order of the Lion [03:56] 
3. At Dawn Thee Immolate [04:55] =ASCOLTA= 
4. Traitors and the Pendulum [04:01] 
5. In Chaos, Ascend [04:22] =ASCOLTA= 
6. Wolf Mother [03:58] =ASCOLTA= 
7. Blood on the Stone of Thee Monuments [05:21] 
8. The Vile Embalmed [03:32] 
9. The Plague and the Arts [03:53] 
10. Horns of Seven [05:12] 
11. Wreaker of Pain [04:50] 

Running time: 45:19 

opinioni autore

 
Dalla Svezia un buon US Death della vecchia scuola: debutto per i Necrophagous 2022-01-07 16:32:57 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    07 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Finito il 2021 sotto il segno della Svezia, Transcending Obscurity Records comincia il 2022 sotto il segno della Svezia; mentre il 31 dicembre è uscito il nuovo album di veterani come i Wombbath, questa nuova annata parte con un debutto assoluto, quello dei Necrophagous, band Death Metal nata nel 2019 dopo la fuoriuscita di Tommy Carlsson (chitarra/voce, anche ex-Visceral Bleeding) e Martin Michaelsson (batteria) dagli Entrails, insieme all'altro ex-Entrails Joakom Svensson (basso, anche nei Birdflesh); il trio così composto senza alcun indugio parte subito alla carica con un primo full-length, "In Chaos Ascend", come detto prima uscita del nuovo anno per la sempre più celebre label indiana. E' la vecchia scuola americana ad influenzare in toto il sound dei Necrophagous: Morbid Angel, Cannibal Corpse e Deicide su tutti, cosa che diviene quanto mai palese dopo la prima massacrante doppietta di pezzi formata da "Order of the Lion" e "At Dawn Thee Immolate", quest'ultimo uno dei tre singoli apripista insieme a "In Chaos, Ascend" e "Wolf Mother". Coadiuvati da una produzione che si sposa perfettamente con le proprie sonorità, i Necrophagous mettono sul piatto 3/4 d'ora pesanti come macigni, richiamando secondo dopo secondo quel potente US Death Metal del periodo fine 90's-inizi anni 2000. Grazie ad un lavoro di composizione attentissimo ed un'esecuzione chirurgica, il trio svedese può permettersi di caricare a testa bassa senza concedere un attimo di tregua, riuscendo anche, a nostro avviso, a superare lo scoglio di una durata forse un po' lunghetta: magari un paio di pezzi in meno avrebbero giovato all'economia generale dell'album, ma essendo tutti di buonissima fattura sarebbe compito arduo indicarli. Per gli amanti di questo specifico sound, i Necrophagous potranno rappresentare una novità più che piacevole; nel suo essere un "semplice" disco Death Metal, "In Chaos Ascend" non presenta alcun punto debole: ascolto consigliato!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Conjurer dimostrano una crescita stilistica esponenziale
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hydrogyn: una ripartenza con qualche dubbio.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arrivano dal Giappone i probabili nuovi sovrani della scena Goregrind: i Pharmacist
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Holy Dragons, il ventesimo album non va oltre la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Immortal Sÿnn, ancora troppa carne al fuoco
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla