A+ A A-
 

Le fiabe di Chris Maragoth Le fiabe di Chris Maragoth Hot

Le fiabe di Chris Maragoth

recensioni

titolo
Tales
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. Tales of a Girl
2. Tales of My Demise
3. Tales of Loss and Tragedy

Line up:
Chris Maragoth - all instruments
Nadine Hope - vocals

opinioni autore

 
Le fiabe di Chris Maragoth 2022-01-10 10:14:04 ENZO PRENOTTO
voto 
 
3.0
Opinione inserita da ENZO PRENOTTO    10 Gennaio, 2022
Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una delle soddisfazioni di un recensore è avere la possibilità di scoprire un’infinità di artisti indipendenti che sono spesso difficili da scovare. Quest’oggi si fa la conoscenza del musicista, principalmente chitarrista, cantante e compositore Chris Maragoth ed il suo omonimo progetto musicale con base in Germania. Prima di fondare tale prospetto il buon Chris era coinvolto in parecchi progetti e collaborazioni finché, nel 2017, decide di dedicarsi alle proprie idee e visioni senza influenze esterne tranne sporadiche partecipazioni di musicisti amici. Questo "Tales" è un nuovo EP (rintracciabile, come i precedenti lavori, solamente online tramite la pagina Bandcamp) in formato “simil-concept”, in quanto ognuna delle tre tracce narra una storia basata sulle esperienze personali di Chris. Musicalmente non ci sono particolari stili in quanto ci si ispira al Symphonic Metal con massicce parti più gotiche dall’animo malinconico e tragico.
La prima canzone è “Tales of a Girl” e vede alla voce l’ospite Nadine Hope (già presente nel precedente EP "Lost and Separated") che dona un’atmosfera sognante e romantica al brano grazie alla dolcezza del tono, le cui liriche riguardano l’amore verso qualcuno che non ricambia, ciò che si prova causando la rinuncia di quel sentimento oppure la tenacia nel riprovarci ancora. La pacatezza viene bilanciata dai riffs massicci di chitarra e dalla batteria elettronica che però non riescono a dare dinamicità al brano che, con il passare dei minuti, soffre di staticità e piattezza. Va un po’ meglio con l’oscurità gotica della successiva “Tales of My Demise”, che grazie agli arrangiamenti sinfonici ed agli inserti di piano ed archi crea un mood teatrale dal notevole gusto melodico. Va detto che le parti più interessanti sono proprio quelle in cui la componente metallica è lasciata in sottofondo e ne è fulgido esempio la finale ed Ambient oriented “Tales of Loss and Tragedy”, con i suoi rumori a base di campane, orologi, carillon e vento ben mixati ad orchestrazioni e tastiere goticheggianti. Il musicista tedesco ha abituato ormai la sua audience e piccoli lavori come questo che sono troppo esigui e snelli per capire quale sia il suo vero potenziale. Ci sono buone intuizioni melodiche ed anche le composizioni sono decisamente gradevoli, seppur senza brillare vivacemente. Ci vorrebbe una vera e propria band di supporto in cui fluiscano idee e “mani diverse” e soprattutto più canzoni che riescano a dimostrare il vero valore di Chris.
Momentaneamente questo nuovo EP si pone ai livelli dei precedenti e potrebbe essere un buon biglietto da visita per conoscere un nuovo artista. E’ ora però che si faccia il salto. Il prolungato protrarsi di queste idee potrebbe portare la nave ad arenarsi, piuttosto che viaggiare verso l’oceano.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Quarto disco, quarto centro per i rockers svedesi Saffire!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
PrincesS: Il miglioramento atteso è arrivato.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i  Synteleia un disco lovecraftiano per gli amanti della scuola Black greca
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

EP troppo breve quello degli Oratory per poter dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Miscreation si presentano con un buon demo di tre pezzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archie Caine deve scegliere quale strada seguire
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Böllverk, troppo eterogenei
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trinakrius: inquisition is back!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla