A+ A A-
 

Un secondo album pessimo e fin troppo ispirato ai Bathory quello dei Krolok Un secondo album pessimo e fin troppo ispirato ai Bathory quello dei Krolok Hot

Un secondo album pessimo e fin troppo ispirato ai Bathory quello dei Krolok

recensioni

gruppo
titolo
Funeral Winds & Crimson Sky
etichetta
Osmose Productions
Anno

PROVENIENZA: Slovacchia

GENERE: Black Metal

TRACKLIST:
1. Black Lore Of The Fens
2. Towards The Duskportals
3. The Reptile Abyss Beneath Dowina
4. Path To The Haunted Ruins
5. Unveiled Subterranean Treasures
6. Funeral Winds & Crimson Sky

LINE-UP:
Miroslav - Drums
Graf von K. - Vocals, Guitars, Keyboards
Stibor zo Stiboríc - Bass, Percussion, Guitars (acoustic), Vocals (clean)

opinioni autore

 
Un secondo album pessimo e fin troppo ispirato ai Bathory quello dei Krolok 2022-01-12 16:27:28 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
1.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    12 Gennaio, 2022
Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Pessimo. Pessimo sotto ogni punto di vista; per me la recensione di questo "Funeral Winds & Crimson Sky", secondo album del trio slovacco Krolok potrebbe finire qui. Di questa band attiva dal 2011 non ne sapevo nulla, perciò ho dovuto rimboccarmi le maniche e spulciare sul web. Attivi dal 2011 e con alle spalle svariate demo ed EP, i Nostri sono dediti all'old school che più old non si può, con la leggera differenza che quello che suonano non lo sanno suonare. O meglio, il Black Metal che vien fuori da questo secondo album potrebbe anche essere interessante; tuttavia l'intera proposta è minata da tre fattori che proprio il boccone non lo fanno digerire: qualità audio schifosa che cerca di imitare grossolanamente il sound vecchio stampo dei primi Bathory o Darkthrone; segue un songwriting senza senso, pieno zeppo di orribili orchestrazioni simil-messa nera ed un senso di piattume da far venire voglia di ascoltare il pianto di un neonato per due ore filate. Capite bene, dunque, che il lavoro che ci troviamo davanti risulta essere un enorme flop, reso appena interessante per quel mood wannabe che tuttavia non si avvicina minimamente alle band sopracitate. Anzi, a dirla tutta dal mio punto di vista i Krolok nemmeno ci provano a metterci del loro, restando ancorati ad un semplice copia/incolla fatto male delle sonorità anni '80-'90. Potete passare tranquillamente oltre senza problemi. Bocciatissimo!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Quarto disco, quarto centro per i rockers svedesi Saffire!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
PrincesS: Il miglioramento atteso è arrivato.
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i  Synteleia un disco lovecraftiano per gli amanti della scuola Black greca
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

EP troppo breve quello degli Oratory per poter dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Miscreation si presentano con un buon demo di tre pezzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archie Caine deve scegliere quale strada seguire
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Böllverk, troppo eterogenei
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trinakrius: inquisition is back!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla