A+ A A-
 

I tedeschi Bonfire a supporto del PETA I tedeschi Bonfire a supporto del PETA Hot

I tedeschi Bonfire a supporto del PETA

recensioni

gruppo
titolo
Cry For Help!
Anno

 

1. Cry For Help (radio version)

2. Cry For Help (long version)

3. Cry For Help (acoustic version)

4. You Make Me Feel (live at Masters of rock/Vizovice 2011)

5.  I Need You (private version)

6.  Just Follow the rainbow (live at Masters of rock/Vizovice 2011)

 

opinioni autore

 
I tedeschi Bonfire a supporto del PETA 2012-05-27 11:52:53 Corrado Franceschini
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Corrado Franceschini    27 Mag, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La storia dei Bonfire ha origini molto lontane nel tempo. Anno 1972 i tedeschi Cacumen fanno la loro comparsa nel mondo musicale suonando metal tradizionale. Nel 1986 il nome viene mutato nel più indicativo e riconoscibile Bonfire e la musica subisce alcuni cambiamenti. 25 maggio 2012 la premiata ditta Lessman (voce) – Ziller (chitarra), insieme dal periodo dei citati Cacumen, torna con questo E.P. digi a supporto di PETA; organizzazione che si batte contro i maltrattamenti agli animali. In poche parole un euro del prezzo del mini verrà donato a questa associazione e per attuare questo mprogetto i Bonfire hanno deciso di “riesumare” e ri registrare “Cry For Help”; canzone contenuta nel L.P. “Double x” del 2006 con un testo adatto al tema affrontato. La traccia viene presentata in 3 versioni che differiscono tra loro per il modo in cui vengono proposte. La prima versione ha un forte sapore di Hard americano con un fievole sentore di Guns n’ Roses dato dal suono della chitarra. La seconda versione, la mia preferita, ricorda le sonorità di bands come i Boston, quelli di “More Than A Feeling”. La terza proposta, totalmente acustica e prolungata , a mio avviso poteva anche essere tralasciata per quanto poco coinvolge. Per arricchire il digi, questa la confezione in mio possesso, i Bonfire hanno aggiunto “You Make Me feel”. Il pezzo è fortemente debitore nei confronti degli Scorpions di “Always Summer” e visto che è presentato in una versione live registrata nel 2011 al Masters Of Rock di Vizovice, repubblica ceca, è adattissimo per fare tirare fuori gli accendini al pubblico e farlo “dondolare” a ritmo tutto assieme. Come quinta traccia troviamo “I Need You” in una versione da studio definita come “privata” ma, in pratica, si tratta di una semplice ballad con chitarra, piano, e voce. A chiudere il tutto c’è una versione di “Just Follow The Rainbow” tratta dallo stesso show a Vizovice che lascia il segno nel nome dell’ Hard Rock caro ai Bon Jovy più ispirati. I Bonfire hanno ottenuto una certa notorietà in Italia con i primi 3 L.P.’s dal 1983 al 1989 e poi sono caduti un po’ nel dimenticatoio pur proseguendo la loro carriera. Credo che questo mini non aumenterà di molto la loro popolarità nei nostri lidi ma, se volete fare una buona azione e usufruire di 25 minuti di (Hard) Rock, a voi la scelta!
Nota: il sito ufficiale dei Bonfire è curatissimo ed è uno dei migliori che abbia mai visto. Come se non bastasse, per i più maniaci dei giochi, ce n’è uno da fare on line; in fondo una visita “di cortesia” non costa niente.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

DIO: Ronnie James never die!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo 22 anni, il debut album dei Crystal Winds
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In viaggio verso l'abisso coi Saille
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Lion's Daughter si lanciano definitivamente in sperimentazioni stilistiche
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Superano la prova del primo full-length gli irlandesi Soothsayer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano con un nuovo album dopo 15 anni i Dictatoreyes
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: scorribande di chitarra, e musica classica.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sirius Curse, un EP niente male per debuttare all'interno della scena classica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno degli Unflesh con un disco seriamente interessante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo "fresca" per i giovani Tezura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla