A+ A A-
 

Dissonante e malata: la nuova opera degli Embryonic Devourment convince Dissonante e malata: la nuova opera degli Embryonic Devourment convince Hot

Dissonante e malata: la nuova opera degli Embryonic Devourment convince

recensioni

titolo
Heresy of the Highest Order
etichetta
Unique Leader Records
Anno

PROVENIENZA: USA

GENERE: Technical/Brutal Death Metal

TRACKLIST:
1. Kathy O'Brian
2. Heresy of the Highest Order
3. High Clearance Code Access
4. It Began With Lizards
5. Manipulation of the Senses =VIDEO=
6. Murder of the Ancients
7. Never Ending Human Suffering =VIDEO=
8. The Lucid Dreamer

LINE-UP:
Austin Spence - Bass, Vocals, Guitars
Luke Boutiette - Drums
Donnie Small - Guitars

opinioni autore

 
Dissonante e malata: la nuova opera degli Embryonic Devourment convince 2022-03-02 15:11:17 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    02 Marzo, 2022
Ultimo aggiornamento: 02 Marzo, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

New entry in casa Unique Leader Records: il trio statunitense Embryonic Devourment giunto alla sua quarta fatica intitolata "Heresy of the Highest Order". Un'opera, questa, che va di pari passo con l'ingresso nella label, poiché a detta nostra si tratta del disco più completo e convincente dell'act californiano. Ora, posto che i Nostri da sempre soffrono di una scarsa personalità, è interessante notare come questo fattore si sia assottigliato parecchio, il che ha permesso alla band di confezionare un prodotto più che riuscito, seppur non si possa affatto gridare al miracolo.
Comunque sia, le coordinate stilistiche nelle quali collocare l'album sono a metà tra un Death Metal classico di stampo Morbid Angel e i filoni più brutali del genere che richiamano gente come Deeds of Flesh, Gorguts e Decrepit Birth, tanto per nominarne qualcuno. Da qui si intravede già come l'intento degli Embryonic Devourment sia quello di omaggiare la vecchia guardia all'interno di una struttura fortemente dissonante e caustica: ciò lo si ravvisa soprattutto nella maggior durata dei pezzi che viaggiano sulla media dei 4 minuti abbondanti. Il che da una parte ci permette di ammirare tutto il potenziale del trio, ma dall'altro riporta in luce, seppur in maniera contenuta, una personalità dei brani non sempre al top. Ora, non si intende dire che la struttura dei pezzi sia scolastica o standard; tuttavia è da notare come spesso ci si scorda del pezzo appena ascoltato, fatta eccezione di alcuni momenti veramente interessanti che toccano il Death più sperimentale (in "High Clearance Code Acces" e "Never Ending Human Misery" soprattutto). Per chi conosce già il gruppo certamente troverà nel nuovo album un modus operandi sì familiare ma questa volta più grintoso; se, invece, vi state approcciando alla band, sicuramente questo è il miglior disco da cui partire essendo il più completo. Da parte nostra gli Embryonic Devourment portano a casa una sufficienza onestissima.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla