A+ A A-
 

Insania: uno dei migliori dischi del 2021 Insania: uno dei migliori dischi del 2021 Hot

Insania: uno dei migliori dischi del 2021

recensioni

gruppo
titolo
“V (Praeparatus supervivet)”
etichetta
Frontiers Records
Anno

TRACKLIST:
1. Praeparatus supervivet
2. Solur
3. Prometheus rise
4. Moonlight shadows
5. My revelation
6. We will rise again
7. Like a rising star
8. Blood, tears and agony
9. Entering paradise
10. Power of the dragonborn
11. The last hymn to life

LINE-UP:
Tomas Stolt – Bass
Mikko Korsbäck – Drums
Niklas Dahlin – Guitars
Dimitri Keiski – Keyboards, backing vocals
Ola Halén – Vocals
Peter Östros – Lead guitars

opinioni autore

 
Insania: uno dei migliori dischi del 2021 2022-03-06 18:53:18 Ninni Cangiano
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    06 Marzo, 2022
Ultimo aggiornamento: 06 Marzo, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra i migliori dischi Power Metal del 2021 unanimemente viene indicato il comeback degli svedesi Insania, uscito a metà novembre per Frontiers Records ed intitolato “V (Praeparatus supervivet)”. Dopo qualche mese dalla pubblicazione, sono riuscito a procurarmi il CD e ho potuto confermare i resoconti che avevo letto in giro, dato che effettivamente stiamo parlando di un gran disco, uno di quelli imperdibili per ogni appassionato del genere. Sono passati quattordici anni dal comunque valido “Agony – Gift of life” e la band di Stoccolma è tornata alla grandissima con un album composto da undici tracce per poco più di 64 minuti di ottimo Power Metal di scuola scandinava. Non aspettatevi originalità dagli Insania (non ne hanno mai avuta), ma solo e soltanto il classico Power Metal che spopolava 20/25 anni fa e che loro continuano a riproporre con il medesimo livello qualitativo degli esordi ed, anzi, forse addirittura meglio di quanto riuscirono a fare a cavallo tra il vecchio ed il nuovo millennio con i loro primi tre ottimi dischi. Già, perché questo “V (Praeparatus supervivet)” mi ha tenuto parecchio compagnia durante le mie giornate lavorative in macchina, dandomi sempre allegria ed energia, ma anche facendomi spesso rischiare con i limiti di velocità, dato che il ritmo imposto dal gruppo svedese è sempre frizzante e comporta spesso che si abbia voglia di premere pericolosamente sull’acceleratore, se si è al volante. Non ci sono fillers di sorta in questo disco, anche se devo dire che non mi ha fatto impazzire la fin troppo moderata “Prometheus rise”, forse anche per via di una certa insita ripetitività. Al contrario, a partire dalla title-track “Praeparatus supervivet”, passando per la magniloquente “Moonlight shadows” e per la ritmata “My revelation”, fino all’ottima conclusiva “The last hymn to life” è davvero un susseguirsi di hits che manderebbero in visibilio qualsiasi amante di queste sonorità. Tra ottime melodie, parti soliste di chitarra davvero piacevoli, ritmiche frizzanti e parti vocali rese alla grande dal validissimo singer Ola Halén, qui c’è davvero tutto quello che un fan del Power Metal potrebbe cercare in un disco. In conclusione, non resta che dare il bentornato agli Insania, perché il loro “V (Praeparatus supervivet)” è davvero un album con i controfiocchi!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla