A+ A A-
 

Eyes Of Soul - Cyberian Tales Eyes Of Soul - Cyberian Tales Hot

Eyes Of Soul - Cyberian Tales

recensioni

titolo
Cyberian Tales
etichetta
Underground Symphony
Anno

01. Prologue (intro)

02. The dreamer

03. Cyberia

04. Strange skies

05. Maelstrom

06. Past memories

07. AngHell

08. Black madam

09. Closer

 

opinioni autore

 
Eyes Of Soul - Cyberian Tales 2012-05-27 17:52:12 Raffaele Acampa
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Raffaele Acampa    27 Mag, 2012
Ultimo aggiornamento: 27 Mag, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Eyes Of Soul sono una bella novità del panorama metal italico. La nostrana Underground Symphony, che ancora riesce a resistere nonostante la crisi del mercato discografico, ci propone questo quintetto milanese dedito ad un sound di facile approccio che si destreggia tra passaggi power/prog senza troppi tecnicismi. In oltre cinquanta minuti di musica, Cyberian Tales racconta il viaggio di un uomo, attraverso un mondo immaginario chiamato Cyberia e generato dai suoi sogni, che fugge dalla realtà che lo soffoca. Ma questo mondo diventerà la sua prigione, e l’unica soluzione sarà quella di ritornare alla propria realtà per cercare di cambiare il corso degli eventi.
Le song scorrono veloci e piacevoli, tra treni di doppia cassa e synth che tessono le trame melodiche, supportati da chitarre mai troppo invadenti. La sezione ritmica è compatta e la voce è dotata di una buona capacità interpretativa. Notevoli alcuni passaggi strumentali che richiamano il buon vecchio rock-progressive dei mostri sacri.
La produzione rispetta appieno gli standard attuali, pulita e potente al tempo stesso. Dall’ascolto emergono i classici errori che ogni band commette ai primi lavori: non tutte la parti sono curate nei minimi dettagli e alcuni passaggi, sia vocali che strumentali, risentono di forzature che incidono sulla fluidità del pezzo. Insomma, Cyberian Tales è un piccolo gioiello, un diamante grezzo che potrebbe diventare di inestimabile valore con una maggiore attenzione negli arrangiamenti e la giusta esperienza, elementi fondamentali in ogni grande opera musicale. In bocca al lupo ragazzi!

Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

DIO: Ronnie James never die!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo 22 anni, il debut album dei Crystal Winds
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In viaggio verso l'abisso coi Saille
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Lion's Daughter si lanciano definitivamente in sperimentazioni stilistiche
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Superano la prova del primo full-length gli irlandesi Soothsayer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano con un nuovo album dopo 15 anni i Dictatoreyes
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: scorribande di chitarra, e musica classica.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sirius Curse, un EP niente male per debuttare all'interno della scena classica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno degli Unflesh con un disco seriamente interessante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo "fresca" per i giovani Tezura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla