A+ A A-
 

Trinakrius: inquisition is back! Trinakrius: inquisition is back! Hot

Trinakrius: inquisition is back!

recensioni

titolo
Le Streghe Sono Tornate
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Le Streghe Sono Tornate (02:13)
2. La Strega nel Villaggio (06:07)
3. Nera Signora (04:28)
4. Il Rito (02:10)
5. Malleus Maleficarum (05:36)
6. Danza Macabra (02:33)
7. Carillion (alternative version) (04:42)

LINE UP:
Claudio Florio - Drums
Francesco Chiazzese - Guitars, Keyboards
Ivan Bologna - Bass
Valerio Fròsini - Guitars 
Vincent Montalto - Vocals

opinioni autore

 
Trinakrius: inquisition is back! 2022-04-16 10:15:02 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
4.5
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    16 Aprile, 2022
Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Per chi, come me, ha vissuto la propria adolescenza negli anni ’70, apprezzando la scena Prog Rock italica di quel periodo, questo CD è una vera manna dal cielo. Infatti, amo da sempre i gruppi cult di quel periodo, come Balletto di Bronzo, Biglietto per l’Inferno, i primi Le Orme, Il Bacio della Medusa, Quella Vecchia Locanda, che ritengo un po’ l’archetipo di band (all’epoca si chiamavano “complessi” o “gruppi”) di quell’era mitica, che hanno tratto ispirazione dalla terra d’Albione, sempre all’avanguardia con vere e proprie icone come Emerson, Lake & Palmer, utilizzando rigorosamente testi in italiano (non dimentichiamo mai che – nel mondo, grazie alla lirica – il nostro idioma era universalmente riconosciuto come lingua ufficiale della musica ed è, ancora oggi, molto apprezzato all’estero per la sua musicalità). Inoltre, amo da sempre i Goblin, facenti parte della medesima scena ma che hanno prodotto quasi esclusivamente brani strumentali legandoli a doppio filo con la inarrivabile prima filmografia di Dario Argento, creando delle atmosfere davvero uniche ed irripetibili, annoverando tra le proprie file musicisti del calibro di Claudio Simonetti (superbo tastierista ancora oggi a capo del progetto), Agostino Marangolo (poi divenuto session drummer di lusso) ed un sottovalutato chitarrista come Massimo Morante. Ancora, amo il medioevo e le tematiche afferenti alla Santa Inquisizione ed alla caccia alle streghe. Ebbene, se consideriamo che questo combo siciliano (d’altronde il nome stesso della band lo lascia intuire) sintetizza in sé tutti questi elementi, capite bene come questa loro release costituisca, per il sottoscritto, semplicemente il top!
Formatisi in quel di Palermo nel 1995 (ergo, non certo l’altro giorno…) hanno al loro attivo ben quattro album, tre demo, una raccolta, un singolo e questo EP, tutti caratterizzati dal contenuto legato alle suddette tematiche, proponendo tracce sinistre e darkeggianti, che ricordano molto i succitati Goblin (l’into sembra mutuata dalla colonna sonora di Suspiria) e l’Horror Metal di un’altra band italiana superlativa che risponde al nome di Death SS (quelli con Paul Chain, però) che raggiunge le sue vette in “Malleus Maleficarum”, dedicata al manuale del bravo inquisitore scritto da Sprenger ed Institoris, due che hanno torturato e mandato al rogo un bel po’ di persone (specie donne, appunto ritenute streghe) con tanto di finale con organo alla Profondo Rosso. Insomma, un lavoro davvero superlativo, che merita certamente l’acquisto e che invita all’approfondimento di certe tematiche (invero, ancora oggi scomode) e di un certo periodo storico oscuro e maledetto. Oscuro e maledetto come questo EP.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Anvil: nonostante un po' di ruggine, l'incudine resiste.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echelon, un debutto molto promettente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mezz'ora di sano Death Metal old school con gli statunitensi Obscene
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lugubre, pesante, oppressivo: solita buona release per i Mournful Congregation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quattro anni tornano a farsi vivi i Circle of Silence
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EP troppo breve quello degli Oratory per poter dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Miscreation si presentano con un buon demo di tre pezzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archie Caine deve scegliere quale strada seguire
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Böllverk, troppo eterogenei
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla