A+ A A-
 

Dopo trent'anni ritorna in vita il mitico Speckmann Project! Dopo trent'anni ritorna in vita il mitico Speckmann Project! Hot

Dopo trent'anni ritorna in vita il mitico Speckmann Project!

recensioni

titolo
Fiends of Emptiness
etichetta
Emanzipation Productions
Anno

PROVENIENZA: Internazionale 

GENERE: Death/Thrash Metal 

FFO: Master, Death Strike, Massacre, Obituary, Celtic Frost 

LINE UP: 
Paul Speckmann - vocals 
Rogga Johansson - guitars, bass 
Kjetil Lynghaug - guitars 
Jon Rudin - drums 

TRACKLIST: 
1. Absolute Power [02:28] 
2. Indifferent [02:37] 
3. A Sick Carnival [02:09] 
4. Destroy the Weak [02:34] 
5. The Stall [02:24] 
6. The Corporate Twisted Control [02:15] 
7. Fiends of Emptiness [02:26] =ASCOLTA= 
8. The Victims in Silence They Lay [03:06] 
9. The So-Called Tyrants [03:06] 
10. A Diabolical Sense of Proportions [02:37] 
11. Canceled [03:13] 
12. Then the Calm Before the Storm [03:34] 
13. Through Darkness [03:33] 

Running time: 35:28 

opinioni autore

 
Dopo trent'anni ritorna in vita il mitico Speckmann Project! 2022-04-24 15:59:23 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    24 Aprile, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

E' una delle barbe più famose nell'intera scena Metal estrema mondiale ed è, soprattutto, il fondatore e leader di una band leggendaria come i Master: stiamo parlando ovviamente di Paul Speckmann, che a trent'anni dall'esordio omonimo riesuma dal passato lo Speckmann Project per quello che potremmo tranquillamente definire il progetto solista dell'artista americano - trasferitosi in Cechia da qualche anno -, con l'aggiunta di musicisti (e amici) veterani a completare la line up. A fare compagnia a mr. Speckmann, qui solo alla voce, in questo "Fiends of Emptiness" - licenziato da Emanzipation Productions - troviamo infatti Rogga Johansson (Paganizer, Johansson & Speckmann e decine di altri progetti) ad occuparsi di chitarra e basso, Kjetil Lynghaug (Paganizer, Johansson & Speckmann, Stass, Those Who Bring the Torture, ecc. ecc.) all'altra chitarra e Jon Rudin (Wombbath, Just Before Dawn) dietro le pelli. E nonostante siano passati trentuno anni da "Speckmann Project" a "Fiends of Emptiness", non è cambiato nulla stilisticamente per questo progetto, sempre fortemente dedito ad un Death/Thrash che affonda le proprie radici in un sentiero tracciato ormai una quarantina d'anni fa circa da gruppi come i Master ed i Celtic Frost, oltre ovviamente ad essere accostabili ad altri nomi come Obituary, Massacre, Death Strike (altra band di Paul), Slaughter, Abomination, Possessed... Insomma, avrete già capito che nei 35 minuti di quest'opera non troverete assolutamente nulla di innovativo o di moderno, ma solo un assalto frontale con colate laviche di riff e sezione ritmica a tambur battente che erigono una muraglia sonora attorno al vocione di una delle leggende della scena Death Metal mondiale. "Fiends of Emptiness" è essenzialmente un album estremamente funzionale, da cui si sa già prima di premere il tasto 'play' cosa aspettarsi e che mantiene le proprie promesse con 35 minuti di puro e semplice intrattenimento in salsa Death/Thrash che potranno fare la gioia sia dei vecchi metalheads più incalliti ancora saldamente ancorati ai grandi nomi degli 80's ed inizi 90's, sia ai più giovani che potranno immergersi in un'opera che è la quintessenza dell'old school: tredici schegge che lasceranno al 100% soddisfatti alla fine dell'ascolto. Decisamente promossi... e bentornati!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Primo soddisfacente full-length per i francesi Dawohl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai Rotting Empire un secondo album espressamente per i fans degli Amon Amarth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mega Colossus: metallo tecnico e di buona fattura.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla