A+ A A-
 

I Watain tornano con un album più istintivo e con diverse sfumature I Watain tornano con un album più istintivo e con diverse sfumature Hot

I Watain tornano con un album più istintivo e con diverse sfumature

recensioni

gruppo
titolo
The Agony & Ecstasy of Watain
etichetta
Nuclear Blast Records
Anno

PROVENIENZA: Svezia 

GENERE: Black Metal 

LINE UP: 
E. Danielsson - vocals 
P. Forsberg - guitars 
H. Eriksson - guitars 
A. Lillo - bass 
E. Forcas - drums 

TRACKLIST: 
1. Ecstasies in Night Infinite [04:00] 
2. The Howling [04:08] =VIDEO= 
3. Serimosa [05:26] =ASCOLTA= 
4. Black Cunt [05:25] 
5. Leper's Grace [04:12] 
6. Not Sun Nor Man Nor God [01:26] 
7. Before the Cataclysm [07:22] 
8. We Remain (ft. Farida Lemouchi) [06:13] =VIDEO= 
9. Funeral Winter [04:30] 
10. Septentrion [06:47] 

Running time: 49:29 

opinioni autore

 
I Watain tornano con un album più istintivo e con diverse sfumature 2022-04-29 13:04:37 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    29 Aprile, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non sono poche le novità all'alba del settimo studio album dei black metallers svedesi Watain, a partire dal fatto che questo "The Agony & Ecstasy of Watain" segna il passaggio della band scandinava da un colosso (Century Media) ad un altro (Nuclear Blast); i Watain sono poi "rimaneggiati" a due membri effettivi - Danielsson e Frosberg, mentre Jonsson ha partecipato solo come songwriter - e troviamo quindi la presenza di tre session per le regitrazioni di questa nuova fatica: H. Eriksson alle chitarre, A. Lillo al basso, E. Forcas dietro le pelli... insomma, la formazione live dei Watain; la novità più sostanziale, però, riguarda il sound dei veterani svedesi: nei precedenti lavori i Nostri hanno prima esplorato il loro lato più prettamente Melodic Death ("The Wild Hunt"), puntando invece su sonorità più primitive e brutali su "Trident Wolf Eclipse". In "The Agony & Ecstasy..." si ha invece da subito la sensazione che i Watain abbiano scritto e registrato quest'album senza ponderare nulla a tavolino, lasciando libero sfogo al loro istinto; il risultato è un album che presenta sì i classici stilemi della band di Uppsala ("Black Cunt", "Leper's Grace"), ma con un occhio molto attento al passato più remoto della loro carriera; non dovrà insomma stupire se in corso d'opera troverete passaggi che rimandano al Thrash tedesco ("The Howling") o soli dal forte sapore 'slayeriano' ("Ecstasies in Night Infinite"). Ma "The Agony & Ecstasy..." non è solo questo: ascoltando attentamente la tracklist possiamo notare come sia densamente stratificata, passando per episodi più 'epici' (a loro modo) come "Before the Cataclysm" e le sfumature melodiche di "We Remain", brano impreziosito dalle splendide guest vocals di Farida Lemouchi. Last but not least, la registrazione avvenuta live dà ancor di più che la sensazione istintiva che pervade l'intera opera, coadiuvata da una produzione ottima che mette in risalto l'esecuzione chirurgica del combo svedese. In conclusione, "The Agony & Ecstasy of Watain" è un album che non potrà non fare contenti i fans della band svedese e del Black Metal in generale; anche questa volta i Watain si sono presi il loro tempo - quattro anni tra questo ed il precedente "Trident Wolf Eclipse" -, ma il risultato finale è decisamente degno di nota, superiore anche, a nostro avviso, rispetto le uscite più recenti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

TrollfesT: un album dal sapore estivo dedicato anche ai non addetti ai lavori
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto a dir poco incredibile per Swartadauþuz ed i suoi Trolldom
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto lungo ma anche molto affascinante il terzo studio album dei Prometheus
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I texani Void Witch si presentano con un più che soddisfacente EP omonimo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Death/Thrash diretto e viscerale per i polacchi Infernal Bizarre
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla