A+ A A-
 

Un EP con brani mai registrati in passato ed una cover per i finlandesi Sepulchral Curse Un EP con brani mai registrati in passato ed una cover per i finlandesi Sepulchral Curse Hot

Un EP con brani mai registrati in passato ed una cover per i finlandesi Sepulchral Curse

recensioni

titolo
Deathbed Sessions
etichetta
Personal Records
Anno

PROVENIENZA: Finlandia 

GENERE: Blackened Death Metal 

FFO: Demigod, Adramelech, Demilich, Bølzer, Sulphur Aeon 

LINE UP: 
Kari Kankaanpää - vocals 
Aleksi Luukka - guitars 
Jaakko Riihimäki - guitars 
Niilas Nissilä - bass 
Tommi Ilmanen - drums, keyboards, vocals 

TRACKLIST: 
1. Circular Aeons [07:45] 
2. Harvesting the Bloodlines [05:06] 
3. Dystheist [07:44] =ASCOLTA= 
4. Towards the Shrouded Infinity (Demigod cover) [03:27] 

Running time: 24:02 

"Deathbed Sessions" è disponibile in formato CD tramite Personal Records, Digitale ed LP 12" tramite Lychantropic Chants e formato tape tramite Transylvanian Recordings 

opinioni autore

 
Un EP con brani mai registrati in passato ed una cover per i finlandesi Sepulchral Curse 2022-05-06 16:34:52 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    06 Mag, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo aver sorpreso decisamente in positivo con l'ottimo debut album "Only Ashes Remain", uscito nel 2020 su Transcending Obscurity Records, tornano con un nuovo EP i finlandesi Sepulchral Curse, che - mentre supponiamo stiano lavorando a nuovo materiale - decidono di immettere sul mercato tramite Personal Records (CD), Lychantropic Chants (digitale ed LP) e Transylvanian Recordings (Tape) questo "Deathbed Sessions", breve lavoro - 24 minuti - composto da tre vecchi brani inediti mai registrati prima ed una cover conclusiva dei Demigod. Per quanto breve ed indirizzata principalmente ai fans della band, questa release conferma le buonissime impressioni suscitate dal quintetto di Turku con il precedente lavoro, con il loro Blackened Death fortemente devoto alla vecchia scuola finlandese (come già avemmo modo di scrivere Demilich, Adramelech e i qui tributati Demigod) unendo a non tanto vaghe reminiscenze Black/Death (Necrophobic, Sulphur Aeon, Bølzer). Punto di forza dei Sepulchral Curse, oltre ad un songwriting che per quanto non brilli per originalità è sempre estremamente ispirato, è quello di saper "giocare" con le atmosfere, ora gelide e feroci, ora più dirette e sfrontate; un esempio lo abbiamo con i due pezzi che aprono il lavoro, la glaciale opener "Circular Aeons" e la durissima "Harvesting the Bloodlines", pezzo che colpisce per una sezione ritmica che "chiama in causa" l'old school Swedish Death. Il singolo "Dystheist" è quello dei qui presenti che più s'avvicina a quanto abbiamo potuto ascoltare in "Only Ashes Remain", mentre la conclusiva "Towards the Shrouded Infinity" è come dicevamo un giusto tributo ad un pezzo di storia del Metal estremo nella Terra dei 1000 Laghi. Se vi è piaciuto il precedente lavoro dei Sepulchral Curse, allora anche per dovere di completamento della collezione non possiamo che suggerire l'acquisto anche di "Deathbed Sessions", vuoi anche solo per ingannare l'attesa verso un nuovo full-length.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Anvil: nonostante un po' di ruggine, l'incudine resiste.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echelon, un debutto molto promettente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mezz'ora di sano Death Metal old school con gli statunitensi Obscene
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lugubre, pesante, oppressivo: solita buona release per i Mournful Congregation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quattro anni tornano a farsi vivi i Circle of Silence
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EP troppo breve quello degli Oratory per poter dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Miscreation si presentano con un buon demo di tre pezzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archie Caine deve scegliere quale strada seguire
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Böllverk, troppo eterogenei
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla