A+ A A-
 

Death Shroud - Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness, il nuovo album! Death Shroud - Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness, il nuovo album! Hot

Death Shroud - Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness, il nuovo album!

recensioni

titolo
Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness
etichetta
WormHoleDeath
Anno

LINE UP: 
Sterthanas - vocals, guitars
Malevictus - bass

TRACKLIST:
1. Nigredo
2. Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness
3. Pervasive Emptiness
4. Polar Cortex
5. Dreams That Haunt the Mind
6. I Walk Among You
7. Putrefactio

 

opinioni autore

 
Death Shroud - Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness, il nuovo album! 2022-05-08 12:04:17 Anthony Weird
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Anthony Weird    08 Mag, 2022
Ultimo aggiornamento: 08 Mag, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Black Metal dagli Stati Uniti che, già dall’intro, si discosta da quell’anima fortemente Thrash vecchia scuola che caratterizza la maggior parte delle bands estreme americane - basta guardare gli Inquisition su tutte -, ma anzi i Death Shroud portano avanti un Black oscurissimo e cattivo. Riff che sono una trivella scatenata nel cervello, accompagnati da una serie di fraseggi acuti che rendono tutto malsano. Riescono a trasformarsi in vermetti striscianti, in ragni e serpi che scivolano nella terra che di colpo ti avvolgono. La band ci trascina in cripte sotterranee, pregne di pericolo, claustrofobiche, senza darci il tempo di prendere fiato.
Si tratta di un album molto breve, un concentrato di violenza implacabile, tutto diretto dalla nera fiamma e ad essa votato ma, nonostante ciò, sono diversi i momenti degni di nota, dalla malignità di “Pervasive Emptiness”, che davvero risulta essere un passo spaventoso all’interno dell’album, alla più complessa e “solenne” (se vogliamo) “Dreams That Haunt the Mind”, così come la curiosa parte strumentale di “Polar Cortex”, che alterna momenti di puro ed assoluto Black Metal in stile norvegese a sperimentazioni puramente Heavy Metal, con passaggi che toccano addirittura l’Hard Rock e che, vi dirò, non sono niente male! Scordatevi le note allegre dei Kiss o l’Hard Rock anni ’70, restiamo sempre in ambito puramente Black Metal (che mi suona molto Satyricon), ovviamente, ma i passaggi, i fraseggi, alcuni acuti lanciati come urla di cavalli al galoppo, sono come quel sentore di menta o di limone, in un piatto in cui non te lo saresti mai aspettato e, quando poi si torna a martellare duro, tutto ciò risulta sorprendente!
In ultima analisi, questo "Death, Slavery and the Pursuit ov Sadness" dei Death Shroud è un buon prodotto che, pur senza essere un capolavoro, è un album che suona tradizionalmente Black e che porta una bella e buona dose di innovazione e freschezza, senza mai rinunciare alla violenza e alla cattiveria. Consigliato!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Sacred Oath: nel segno del Drago
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Convince 50/50 il dodicesimo album dei Paganizer
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano subito alla carica i Perdition Temple con il loro spietato Black/Death
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre fedelissimi ai Decapitated gli svedesi Soreption in questo quarto album
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre in fermento il sottobosco estremo danese: debut album per i Chaotian
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla