A+ A A-
 

Vivaldi Metal Project: un lavoro complesso ed impegnativo Vivaldi Metal Project: un lavoro complesso ed impegnativo Hot

Vivaldi Metal Project: un lavoro complesso ed impegnativo

recensioni

titolo
"EpiClassica"
etichetta
Sifare
Anno

TRACKLIST:
CD1
1.    Deposuit potentes
2.    Threshold of miracles
3.    Tears to splendor
4.    Dies irae
5.    Never ashes again
6.    Royal overture
7.    Hymn of life
8.    Symphony of death
9.    Revolutionary odissey
      Part 1: The journey
      Part 2: The rebel
CD2
1.    Alight
2.    The absolution
3.    Mania
4.    Power take hold
5.    Evolution
6.    The eye of the guardian
7.    Deep core
8.    The empire
      Part 1: Prelude of the Titans
      Part 2: Wrath of mortals
9.    Tragic serenade

LINE-UP:
Mistheria – Keyboards

opinioni autore

 
Vivaldi Metal Project: un lavoro complesso ed impegnativo 2022-05-08 17:27:16 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    08 Mag, 2022
Ultimo aggiornamento: 08 Mag, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Devo ammettere che questa è stata una delle recensioni più difficili e complicate che mi siano mai capitate in circa 15 anni che mi diletto in questo compito e per svariati motivi. In primis, “EpiClassica” del Vivaldi Metal Project è composto da due CD divisi in ben 18 tracce per oltre 95 minuti, tracce che hanno sostanzialmente tutte minutaggio elevato, il che non rende certo semplice l’ascolto. La seconda difficoltà è individuabile nel fatto che questo non è un album come gli altri, ma è come trovarsi a teatro ad assistere ad una vera e propria opera lirica, con i vari cantanti che si alternano interpretando vari ruoli; in questo caso abbiamo un’Opera Metal a cui, oltre ai vari cantanti ospiti, ci sono anche numerosi musicisti differenti che affiancano il Maestro Mistheria nella realizzazione di quello che è il suo lavoro più complesso e particolare finora realizzato. Qui non abbiamo un solo genere musicale, attorno al Metal sinfonico troviamo numerosissimi richiami a varie composizioni di grandi musicisti che hanno fatto la storia della musica classica (oltre a Vivaldi, anche Mozart, Beethoven, Chopin, Bach, Liszt, ecc.), ma anche diverse digressioni in generi di musica Metal differenti. Dare un giudizio, di conseguenza, diventa impresa decisamente ardua. Ecco forse l’unico tallone d’Achille di questo lavoro è proprio la sua natura complessa e particolare; natura che potrebbe essere non compresa ed apprezzata da tutti, con il rischio che diventi un lavoro di nicchia, riservato ad una ristretta élite di ascoltatori in grado di comprendere tutte le varie sfaccettature di questo disco. Bisogna, infatti, predisporsi del giusto spirito e con la giusta pazienza per assaporare fino in fondo le varie canzoni, anche perché, come detto, solo in poche hanno un minutaggio breve e di facile assimilazione. Scordatevi l’easy listening, qui c’è solo roba di classe e di qualità fuori dal comune; Mistheria per questo “EpiClassica” ha fatto le cose in grande, andando anche a coinvolgere nel suo progetto talmente tanti artisti internazionali che elencarli qui e tutti diventa compito decisamente gravoso; non me ne vogliano gli altri, ma mi limito a citare Mike Portnoy, Rob Rock, Anders Johansson, Chris Caffery, Roy Z, Bob Katsionis, Steve Di Giorgio, Mike Terrana, Mark Boals e, venendo in Italia, Michele Guaitoli, Giacomo Voli, Roberto De Micheli e Fabio D’Amore ma, lo ripeto, è solo un elenco decisamente ridotto a cui andrebbero aggiunte decine di altri artisti. E’ indubbio che sostanzialmente qui non c’è alcun termine di paragone con altri dischi o gruppi (per la somma gioia dei maniaci dell’originalità); forse, ma solo mantenendosi di manica larga, potremmo pensare ad un parallelismo con i Therion più sinfonici, ma comunque daremmo un’idea solo parziale di cosa è questo “EpiClassica” dei Vivaldi Metal Project. Non vi resta che mettervi comodi, prendervi un po’ di tempo libero e godervi quanto la mente del Maestro Giuseppe Iampieri, alias Mistheria, è riuscito a concepire e realizzare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Anvil: nonostante un po' di ruggine, l'incudine resiste.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echelon, un debutto molto promettente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mezz'ora di sano Death Metal old school con gli statunitensi Obscene
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lugubre, pesante, oppressivo: solita buona release per i Mournful Congregation
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo quattro anni tornano a farsi vivi i Circle of Silence
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
EP troppo breve quello degli Oratory per poter dare un giudizio completo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I canadesi Miscreation si presentano con un buon demo di tre pezzi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Archie Caine deve scegliere quale strada seguire
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Poca originalità ma tanta tecnica nel debut EP degli Harvested
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Böllverk, troppo eterogenei
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla