A+ A A-
 

Gli spagnoli Ataraxy si confermano su ottimi livelli qualitativi Gli spagnoli Ataraxy si confermano su ottimi livelli qualitativi

Gli spagnoli Ataraxy si confermano su ottimi livelli qualitativi

recensioni

gruppo
titolo
The Last Mirror
etichetta
Dark Descent Records / Me Saco un Ojo Records
Anno

PROVENIENZA: Spagna 

GENERE: Death/Doom Metal 

FFO: Paradise Lost, Temple of Void, Krypts, Demigod, Asphyx 

LINE UP: 
Javi - vocals, guitars 
Santi - guitars 
Edu - bass 
Viejo - drums 

TRACKLIST: 
1. Presages [02:08] 
2. The Bell That Constantly Sounds [08:46] 
3. Decline [05:54] 
4. Visions of Absence [05:34] 
5. Under the Cypress Shadow [07:55] 
6. Silence [06:50] 
7. A Mirror Reflects Our Fate [06:06] 

Running time: 43:13 

opinioni autore

 
Gli spagnoli Ataraxy si confermano su ottimi livelli qualitativi 2022-06-17 17:01:10 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    17 Giugno, 2022
Ultimo aggiornamento: 17 Giugno, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono attivi dal 2008, ma sono una band che si prende i propri tempi tra una pubblicazione e l'altra: sono passati infatti quattro anni da "Where All Hope Fades", prima di veder tornare oggi gli spagnoli Ataraxy con "The Last Mirror", terzo full-length licenziato in collaborazione da Dark Descent Records (CD) e Me Saco un Ojo Records (LP). Quanto di ottimo abbiamo ascoltato quattro anni or sono con la precedente release viene non solo confermato dal nuovo album del quartetto di Saragozza, ma anche per certi versi superato. "The Last Mirror" appare sin da subito un lavoro ancor più maturo e completo, in cui il cupo, pesantissimo Death/Doom dei nostri procede imperterrito come una lenta, distruttiva colata lavica. Un sound che prende a piene mani dagli insegnamenti di diverse scuole partendo da quella centro-europea degli Asphyx (ascoltate "Decline" e mi direte), passando per la monolitica scuola finnica (Demigod, Krypts, Solothus), fino ad aperture - sort of... - allo stile dei "Peacevile Three", soprattutto i 'soliti' Paradise Lost; soluzioni stilistiche che abbiamo ascoltato recentemente con i Temple of Void ed il loro nuovo album, ma che qui sono solo un mattone all'interno di una struttura granitica e, potremmo dire, complessa nella sua semplicità. Il tempo giusto di prendere un respiro con l'intro "Presages" che gli Ataraxy costruiscono la loro claustrofobica muraglia sonora, tra monolitici passaggi cupi, spietate accelerazioni - di nuovo: ascoltate "Decline", in questo caso la terremotante parte finale, o l'attacco di "Under the Cypress Shadow" -, e fraseggi atmosfericamente malinconici, questi ultimi grazie ad un ottimo uso di arpeggi che non possono non richiamare alla mente la scuola britannica, e che trova il proprio apice nella grandiosa "Visions of Absence". Se con il precedente lavoro gli Ataraxy trascinavano l'ascoltatore in fondo ad un cupo abisso, con questa nuova, magistrale opera i Nostri cementano l'unica via d'uscita, lasciando l'ascoltatore solo con buio ed un'aria vieppiù pesante e claustrofobica. Insomma, lasciate ogni speranza, voi che premete il tasto 'play'.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

TrollfesT: un album dal sapore estivo dedicato anche ai non addetti ai lavori
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto a dir poco incredibile per Swartadauþuz ed i suoi Trolldom
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto lungo ma anche molto affascinante il terzo studio album dei Prometheus
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I texani Void Witch si presentano con un più che soddisfacente EP omonimo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Death/Thrash diretto e viscerale per i polacchi Infernal Bizarre
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla