A+ A A-
 

The Heretic Order: dark Thrash dalla terra di Albione The Heretic Order: dark Thrash dalla terra di Albione Hot

The Heretic Order: dark Thrash dalla terra di Albione

recensioni

titolo
III
etichetta
Massacre Records
Anno

TRACKLIST:
1. Prologue - 00:12
2. Children of the Sun - 04:45
3. King of the Damned - 04:37
4. Dark Shadows - 05:07
5. Burn This World - 04:20
6. The Conjurer - 03:13
7. Mark of the Beast - 05:07
8. Spirits of the Night - 06:19
9. Deaf Forever - 04:31
10. Spiders - 05:25
11. Invictus - 03:50
12. Epilogue - 01:29

LINE UP:
Count Marcel La Vey - Guitars
Lord Ragnar Wagner - Vocals
Doctor Pain - Drums
Connor Ormagoden - Bass

opinioni autore

 
The Heretic Order: dark Thrash dalla terra di Albione 2022-07-30 15:17:04 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
3.0
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    30 Luglio, 2022
Ultimo aggiornamento: 30 Luglio, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Era da un bel po' che non mi capitava di avere a che fare con una band londinese doc. La culla del metallo pesante è indiscutibilmente la terra di Albione, questo lo sanno anche le pietre, e, pertanto, è d'uopo, di tanto in tanto, saggiare il grado di salute della scena metallica inglese, quasi fosse la cartina di tornasole in grado di fornire una istantanea dello "stato dell'arte" del metalrama internazionale. In verità, non è da molto tempo che i The Heretic Order sono intenti ad avvolgere il mondo nelle tenebre del loro dark metal; era il 2014 allorquando dettero "vita" al debut album "All Hail the Order"; nel 2015, il follow-up "Evil Rising" ed ora questo (non a caso, con grande sforzo di fantasia) "III". Una intro, dieci pezzi ed una outro all'insegna di un Power/Thrash a tinte fosche, con testi infarciti di tematiche anti-religiose e blasfeme ottimamente rappresentate ed interpretate da un Lord Ragnar Wagner il cui singing è, più che altro, un urlo (sempre contenuto, mai screamo) di straziante sofferenza atto ad incorniciare degnamente delle composizioni che mi hanno riportato alla mente i primi Destruction, solo più oscuri, con qualche sprazzo di Nasty Savage vecchia maniera. Tutto molto, ma molto massiccio, la sensazione che si ha è quella di trovarsi improvvisamente sotto un mastodontico macigno piovuto dal cielo, fattosi nero in una frazione di secondo: senza scampo! Quindi, tutto bene? Beh, non proprio: il lavoro è sì massiccio ma, questa monoliticità compositiva ed interpretativo/esecutiva finisce con lo sfociare in una altrettanto monolitica monotonia di fondo. Tutto molto "già sentito" dal quale non può che scaturire un "senza infamia e senza lode" striminzito. Tanta buona volontà e tanta onestà ma, altrettanto onestamente, rivedibili; verrebbe da riesumare l'obsoleto "rimandati a settembre" della nostra scuola dell'obbligo. Vedremo se i quattro componenti dell'Ordine Eretico saranno in grado di proporci qualcosa di meglio con la prossima release. C U again, dudes!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Primo soddisfacente full-length per i francesi Dawohl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai Rotting Empire un secondo album espressamente per i fans degli Amon Amarth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mega Colossus: metallo tecnico e di buona fattura.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla