A+ A A-
 

Niente regge, tutto perisce, ma inizia un nuovo viaggio con Nifrost Niente regge, tutto perisce, ma inizia un nuovo viaggio con Nifrost Hot

Niente regge, tutto perisce, ma inizia un nuovo viaggio con Nifrost

recensioni

gruppo
titolo
Orkja
etichetta
Dusktone
Anno

TRACKLIST:
1. Nauden
2. Eit Siste Ynskje
3. Orkja Brotna
4. Hausten
5. Sirkel
6. Vatnet Blir Til Blod
7. Ishjarte

LINE UP: 
Eyvind Aardal - vocals, guitars 
Jørn Ståle Norheim - guitars
Kjetil Andreas Nydal - bass, vocals
Henrik Nesse - drums

opinioni autore

 
Niente regge, tutto perisce, ma inizia un nuovo viaggio con Nifrost 2022-08-19 18:14:00 Francesco Yggdrasill Fallico
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Francesco Yggdrasill Fallico    19 Agosto, 2022
Ultimo aggiornamento: 21 Agosto, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Con un imperdonabile ritardo propongo alla vostra attenzione questo terzo lavoro dei norvegesi Nifrost, "Orkja", nuovamente dato alle stampe dalla Dusktone. Musicalmente, la band di Jølster ci restituisce delle sonorità di tipica matrice norvegese che, a chi ha qualche inverno alle spalle come me, riportano alla mente certi lavori di fine anni ’90, provenienti dai meravigliosi paesaggi scandinavi. Così, quindi, le sfuriate Black si intersecano con innesti Folk, mid-tempos ed una follia sonora mai fine a sé stessa; sin dall’opener “Nauden” è palese in me l’attesa per quei cori, per quei passaggi chitarristici che hanno segnato tante opere provenienti dalle lande nordiche, ed è così che, nei 220 secondi di “Orkja Brotna”, arrivano quelle voci epiche, piene di tradizione, che tanti anni fa mi fecero innamorare di realtà come Ulver o Vintersorg. La melodia, però, continuerà a lasciare preponderante spazio alla ferocia, con un crescendo di violenza non solo sonora, ma anche lirica, con uno screaming che diventerà sempre più irrequieto e glaciale man mano che ci si inoltra nella seconda parte di questo album che, in poco meno di 40 minuti, è stato capace di ruotare attorno ad un nuovo concept che gioca tra l’alternanza di vecchio e nuovo, passato e futuro, morte e rinascita. Sezione ritmica ben presente, chitarre sapientemente amalgamate ed una voce in grado di produrre variazioni, accompagnando il tutto con testi in madre lingua. Grazie per aver cancellato, in un periodo così buio per me, la stanchezza degli ultimi anni ed avermi riportato a quella genuinità di mezza vita fa, in quel mondo pieno di aspettative che, giorno dopo giorno, ti faceva scoprire quanto melodia e rabbia, Folk e Black, se sapientemente dosati, potevano parlare direttamente alla tua anima.
“Folk og fe røymde til fjellet
Med flaumen i helane
I håp om å leve”

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Devotion: una band per i più intransigenti fans del Death Metal old school
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Coffin Curse: dal Cile ancora un altro ottimo disco Death Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
My Dying Bride: classe ed eleganza come sempre inalterate
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nubian Rose: un Melodic Rock dalle tinte Prog con suoni futuristici
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ritorno epico per i Greyhawk, più Metal che mai
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Renegade Angel, ancora un EP con tanti ospiti
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Per i Ri'lyth un secondo album degno di nota
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla