A+ A A-
 

Non più una giovane band dalle belle speranze: i Gaerea oggi sono una garanzia assoluta Non più una giovane band dalle belle speranze: i Gaerea oggi sono una garanzia assoluta Nuovo

Non più una giovane band dalle belle speranze: i Gaerea oggi sono una garanzia assoluta

recensioni

gruppo
titolo
Mirage
etichetta
Season Of Mist
Anno

PROVENIENZA: Portogallo 

GENERE: Black Metal 

FFO: Mgła, Behemoth, Uada, Batushka, Misþyrming 

LINE UP: 
Sconosciuta

TRACKLIST: 
1. Moemoir [08:17] 
2. Salve [05:25] =VIDEO= 
3. Deluge [06:31] 
4. Arson [08:54] 
5. Ebb [05:31] 
6. Mirage [06:38] =VIDEO= 
7. Mantle [05:16] =VIDEO= 
8. Laude [06:27] 
9. Dormant (Bonus track) [07:46] 

Running time: 1:00:45 

opinioni autore

 
Non più una giovane band dalle belle speranze: i Gaerea oggi sono una garanzia assoluta 2022-09-23 18:08:07 Daniele Ogre
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    23 Settembre, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ho avuto la fortuna di conoscere i Gaerea sin dai primi vagiti (o dalle prime urla), quando la premiata ditta Giorgio Spevo/Tito vespasiani scovò in Portogallo questi loschi figuri mascherati che volevano rimanere anonimi, cosa che portò i Nostri a pubblicare poco dopo la loro formazione l'EP omonimo "Gaerea" su Everlasting Spew Records. Da allora per i Gaerea è stato un crescendo: prima "Unsetting Whispers" su Transcending Obscurity Records nel 2018, poi il passaggio a Season of Mist, che nel 2020 ha rilasciato "Limbo". Puntuali come sempre, passati due anni riecco tornare l'enigmatico combo Black Metal portoghese con il loro terzo studio album "Mirage": un vero e proprio attestato di strapotere. Nel corso degli anni i Gaerea hanno sempre mantenuto le loro maschere, quest'aura misteriosa ed i loro nomi incogniti (anche se la presenza di Guillherme Henriques, Diogo Mota e Ruben Freitas ad esempio è col tempo diventato un po' il classico segreto di Pulcinella), ma è sul piano musicale che le cose non si sono mantenute le stesse; i Gaerea sono sempre cresciuti di album in album, arrivando oggi a lanciare un disco come "Mirage" che possiamo vedere come un proclama: i Nostri con quest'opera annunciano con forza di essere tra i gruppi Black Metal migliori ed i più in forma sul lato compositivo in Europa. E non solo. "Giocando" sempre sapientemente tra atmosfere oniriche quanto oscure e furia cieca, il combo di Oporto pubblica oggi il proprio lavoro più maturo e stilisticamente ineccepibile della loro comunque ancor breve carriera, tanto che ora come ora non riteniamo più di dover o poter paragonare i Gaerea ai Mgła (primaria fonte d'ispirazione della band portoghese sin dagli esordi), visto che ormai sono sostanzialmente sullo stesso piano. Ed anzi ascoltando perle come "Deluge" - spettacolari sia l'incipit Black/Doom che le maligne melodie nei passaggi più furiosi), la grandiosa opening track "Memoir" o l'altrettanto ottimo singolo "Mantle", viene da pensare che i Gaerea siano ad oggi nettamente più ispirati e per certi versi superiori rispetto i loro colleghi polacchi. Come sempre, un disco dei Nostri è un vortice sensoriale: arpeggi malinconici, atmosfere decadenti, melodie ora malinconiche ora di incalcolabile malvagità, per poi passare a blast furiosi ed un incedere perentorio di pura e semplice violenza sonora. Un tornado in musica che vede il proprio apice a nostro avviso in "Arson", canzone che da sola vale l'acquisto di "Mirage". Niente da aggiungere: album grandioso che consigliamo caldamente d'acquistare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fans del Power Metal scandinavo, segnatevi il nome degli Evermore!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dark Forest, un EP per i fans degli Elvenking
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arriva anche sul mercato europeo il discreto EP dei Phantasmagore
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo Zornheym è molto più che un momentaneo sonno della ragione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Last Retch
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orgg: in "Dimonios" il grido dei caduti dimenticati!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un EP piuttosto inutile per la one man band Foul Body Autopsy
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ostinazione a rinnegare la personalità: debutto per gli Stormbound
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Of Indigo: non sempre esagerare porta buoni risultati
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Andy Gillion: un disco strumentale dedicato ai videogiochi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: un disco (parzialmente) diverso dal solito
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dekta: dalla Spagna con un Metal aggressivo e moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla