A+ A A-
 

Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Last Retch Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Last Retch Hot

Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Last Retch

recensioni

titolo
Sadism and Severed Heads
etichetta
CDN Records
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Death Metal 

FFO: Cannibal Corpse, Bolt Thrower, Autopsy, Entombed, Deicide 

LINE UP: 
Finlay Blakelock - voce 
Derek Brzozowski - chitarre 
John Russell - chitarre, basso 
Davis Maxwell - batteria 

TRACKLIST: 
1. Neurosis [02:51] 
2. Doomrider [03:28] 
3. Sadism and Severed Heads [03:21] 
4. Cannibals of Tuma [02:49] =ASCOLTA= 
5. Dead as Fuck [03:16] 
6. Wallowing in Feculence [02:52] 
7. Fleshed Out [02:51] =ASCOLTA= 
8. Ordained in a Dismal Cesspool [03:03] 
9. Your Last Retch [02:32] 

Running time: 27:03 

opinioni autore

 
Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Last Retch 2022-09-25 15:51:30 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    25 Settembre, 2022
Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo un demo rilasciato l'anno scorso arrivano già a pubblicare il debut album - tramite CDN Records - i canadesi Last Retch, quartetto proveniente dall'Ontario che con questo "Sadism and Severed Heads" ci propone un lavoro che mette insieme diverse scuole di pensiero in ambito Death Metal. Già in partenza - tra nome della band, titolo dell'album e copertina - si hanno ben pochi dubbi sul fatto che l'influenza principale dei Last Retch siano i Cannibal Corpse (la parte finale di "Doomraider" è un vero e proprio omaggio alle sonorità dei Cannibali), ma i Nostri dimostrano di sapersi muovere senza problemi anche verso altre direzioni, che siano i toni marziali dei Bolt Thrower o le sfuriate della vecchia scuola svedese degli Entombed, passando anche per certi passaggi di puro marciume sonoro 'autopsyano'. Salta poi abbastanza subito all'orecchio come il cantante Finlay Blakelock abbia studiato alla perfezione lo stile di Chris Barnes (quello dei vecchi lavori dei Cannibal Corpse, non la macchietta di sé stesso che sentiamo oggi nei Six Feet Under): esempi lampanti li possiamo sentire in "Cannibals of Tuma" e nella title-track... e non che gli altri brani siano da meno. Grazie ad una durata esigua tanto dei brani che quella generale (nemmeno mezz'ora), "Sadism and Severed Heads" è un disco che si lascia ascoltare, pur non lasciando alla fine nulla di memorabile; per quanto i Last Retch dimostrino di saper maneggiare la materia proposta, alla fine questo loro debut album resta comunque un disco alquanto "scolastico": saprà sicuramente darvi una mezz'oretta di discreto intrattenimento, ma sostanzialmente non più di questo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un debut album pienamente soddisfacente per gli australiani Black Lava
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il buonissimo Death Metal della one man band Mycelium
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Amon Amarth: un nuovo album sufficiente per dar vita ad un altro tour sfavillante
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: i colossi del metallo teutonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whirlwind, una perla ispirata ai Running Wild
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bomba di Power Metal chiamata Induction
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Conor Brouwer’s Call of Eternity, una nuova metal opera dall'Olanda
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra interessante realta caraibica: gli Omnifariam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Ancestry: Black Metal vecchio stampo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Neptune, direttamente dagli anni '80
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whiteabbey: un'altra splendente gemma nascosta nell'underground
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wildfire: new Classic Metal sensation
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla