A+ A A-
 

Fans del Power Metal scandinavo, segnatevi il nome degli Evermore! Fans del Power Metal scandinavo, segnatevi il nome degli Evermore! Hot

Fans del Power Metal scandinavo, segnatevi il nome degli Evermore!

recensioni

gruppo
titolo
“Court of the Tyrant King”
etichetta
Scarlet Records
Anno

TRACKLIST:
1. Hero’s journey
2. Call of the wild
3. Rising tide
4. Court of the Tyrant King
5. Northern cross
6. See no evil
7. My last command
8. By death reborn

LINE UP:
Johan Haraldsson – voce
Johan Karlsson - chitarre, basso, piano, orchestrazioni
Andreas Vikland - batteria

opinioni autore

 
Fans del Power Metal scandinavo, segnatevi il nome degli Evermore! 2022-09-25 19:52:55 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    25 Settembre, 2022
Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Evermore sono una band svedese che nell’aprile 2021 ha autoprodotto il proprio debut album, intitolato “Court of the Tyrant King”, contenente anche le tre tracce dell’EP uscito nel settembre 2020 (“Northern cross”, “Call of the wild” e “By death reborn”). Il successo di questo disco è stato notevole, così che la sempre attenta Scarlet Records si è accorta di loro ed ha ristampato il CD proprio in questi giorni. Si tratta di un classico Power Metal di matrice scandinava, ispirato alle opere di gruppi storici come Stratovarius, Dreamtale, primi Nocturnal Rites ecc.; un qualcosa quindi di estremamente orecchiabile, seppur non proprio originale (discorso trito e ritrito in questo tipo di musica). Se, quindi, siete fans di questo genere di Power Metal, sicuramente conviene proseguire nella lettura della recensione perché qui avete materiale per voi; se, invece, non amate quel tipo di sonorità e cercate innovazione ed originalità, potete pure lasciar perdere, perché sicuramente gli Evermore non fanno per voi! Venendo alla produzione, bisogna dire che potrebbe essere migliorabile, anche se effettivamente non si può pretendere molto da quella che in fondo è un’autoproduzione; probabilmente la Scarlet Records avrebbe fatto meglio a far ri-registrare il disco, almeno a questa maniera si sarebbe evitata la differenza tra il materiale più vecchio (quello dell’EP) e quello più nuovo e magari anche la batteria avrebbe avuto miglior sorte (obiettivamente un po’ penalizzata per un suono troppo “plasticoso” e poco corposo). L’album ha una durata molto breve (nemmeno 40 minuti) ed è composto da sette tracce, cui si aggiunge la solita inutilissima intro; ha un piacevole artwork realizzato dall’artista Christoph Peters che costituisce un buon “biglietto da visita”. L’ascolto è sempre gradevole, grazie anche ad una notevole orecchiabilità e ad una certa attenzione per le melodie e per il songwriting. Le canzoni che maggiormente mi hanno colpito sono l’opener “Call of the wild” (la più breve e la più ritmata), la seguente “Rising tide”, molto orecchiabile soprattutto per le parti soliste di chitarra, nonché l’ottima “The last command”, classica cavalcata Power. Tirando le somme, gli Evermore, con questo “Court of the Tyrant King”, non s’inventano nulla di nuovo, ma realizzano sicuramente un gran bel disco (tra i migliori usciti nel 2021 in campo Power Metal!), decisamente piacevole da ascoltare ed in grado di incontrare i favori dei fans del genere.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dalla Scozia il buonissimo Death Metal della one man band Mycelium
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Amon Amarth: un nuovo album sufficiente per dar vita ad un altro tour sfavillante
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: i colossi del metallo teutonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whirlwind, una perla ispirata ai Running Wild
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bomba di Power Metal chiamata Induction
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Leather, un gran bel disco per la singer californiana
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Conor Brouwer’s Call of Eternity, una nuova metal opera dall'Olanda
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra interessante realta caraibica: gli Omnifariam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Ancestry: Black Metal vecchio stampo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Neptune, direttamente dagli anni '80
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whiteabbey: un'altra splendente gemma nascosta nell'underground
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wildfire: new Classic Metal sensation
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla