A+ A A-
 

Dalla Danimarca un'interessante novità Death Metal: i Kampvogn con le loro tematiche sulla WWI Dalla Danimarca un'interessante novità Death Metal: i Kampvogn con le loro tematiche sulla WWI Hot

Dalla Danimarca un'interessante novità Death Metal: i Kampvogn con le loro tematiche sulla WWI

recensioni

gruppo
titolo
Den Store Krig
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Danimarca 

GENERE: Death Metal 

FFO: Bolt Thrower, Hail of Bullets, Asphyx, Just Before Dawn, Memoriam, 1914 

LINE UP: 
Nick Theilgaard Olesen - voce 
Svend Engsig Karlsson - chitarre 
Anders Odgaard Ritman - basso 
Andreas Linnemann - batteria 

TRACKLIST: 
1. Vidnesbyrd [01:22] 
2. Med naal og traad [04:08] 
3. Knust under larvefødder [02:52] =ASCOLTA= 
4. Gennemboret af bajonetter [02:28] 
5. Vaadt pus [03:25] 
6. Sidste mand ved Verdun [03:04] 
7. Sennepsgas [02:34] 
8. Kadaverkompost [03:38] 
9. Kaiserschlacht [04:21] 

Running time: 27:52 

opinioni autore

 
Dalla Danimarca un'interessante novità Death Metal: i Kampvogn con le loro tematiche sulla WWI 2022-10-25 17:55:17 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    25 Ottobre, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Scrivendo su una webzine, non sempre si ha il tempo di ascoltare dischi che non siano strettamente collegati alle recensioni da fare; ma quando ci si riesce a ritagliare un po' di tempo e si seguono i consigli del Tubo, ci si può trovare per le mani dei gioiellini sconosciuti. Tra questi, il sottoscritto ha trovato questo primo full-length dei deathsters danesi Kampvogn intitolato "Den Store Krig" (tradotto dal danese: La Grande Guerra). Se ne deduce già dal titolo quale sia il tema affrontato dal quartetto di Aarhus in questo primo lavoro su lunga distanza: tematiche già abbondantemente sfruttate in passato (e ancora oggi) da colossi come Sabaton - per la sfera più "classica" -, Bolt Thrower, Hail of Bullets e 1914; eppure, i Kampvogn non sfigurano, differenziandosi almeno un po' per via della scelta di cantare in danese. Stilisticamente invece sono proprio i succitati gruppi a fornire le principali influenze all'act danese: Bolt Thrower (e i "fratelli minori" Memoriam) e Hail of Bullets su tutti, per i toni marziali e grevi delle composizioni, ma anche -e probabilmente soprattutto - i grandiosi 1914 per certe atmosfere Blackened Doom che si uniscono ai toni di cui sopra ("Knust under larvefødder", "Gennemboret af bajonetter"...), in un susseguirsi di ritmiche spacca collo altamente groovy e ferali accelerazioni. I Kampvogn non pretendono d'inventare nulla di nuovo e la parola "originalità" ci rendiamo conto, ascoltando l'intera tracklist - che non arriva a mezz'ora, per inciso -, che è tenuta a debita distanza, ma nonostante questo i Nostri riescono a rendere quello di "Den Store Krig" un ascolto altamente interessante: vuoi per la breve durata del lavoro che rende l'ascolto rapido e per nulla impegnativo, vuoi per un buonissimo lavoro tanto di composizione quanto d'esecuzione, vuoi per un'attitudine spiccata ed una passiona viscerale per questo particolare stile che traspare da ogni singola nota sparata. Intenzione primaria di questa recensione è quella di cercare di far girare un nome come quello dei Kampvogn, che altrimenti rischierebbe di restare ignoto alla stragrande maggioranza dei deathsters là fuori; noi vi consigliamo caldamente l'ascolto di questo primo full-length della band danese e, ove possibile, supportarli e farli conoscere maggiormente in giro. Sperando che qualche label li noti: crediamo sia un peccato debbano per ora autoprodursi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un debut album pienamente soddisfacente per gli australiani Black Lava
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il buonissimo Death Metal della one man band Mycelium
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Amon Amarth: un nuovo album sufficiente per dar vita ad un altro tour sfavillante
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: i colossi del metallo teutonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whirlwind, una perla ispirata ai Running Wild
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bomba di Power Metal chiamata Induction
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Conor Brouwer’s Call of Eternity, una nuova metal opera dall'Olanda
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra interessante realta caraibica: gli Omnifariam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Ancestry: Black Metal vecchio stampo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Neptune, direttamente dagli anni '80
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whiteabbey: un'altra splendente gemma nascosta nell'underground
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wildfire: new Classic Metal sensation
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla