A+ A A-
 

Debutto scintillante per i D-Tox! Debutto scintillante per i D-Tox! Hot

Debutto scintillante per i D-Tox!

recensioni

gruppo
titolo
Kubark Project
etichetta
Volcano Records
Anno

TRACKLIST:
1. Twilight Bravado
2. The Revolution Oracle
3. Rorschach Maze
4. Black Powder Mastermind
5. Big Bad Block
6. White Angel
7. Psycho Wacko
8. Splinter Of Insane Lucidity
9. Deceitful Divinity
10. Nothing Behind Those Eyes
11. Judas Goat
12. Oxyuranus

LINE UP: 
Emanuele "Mr.Hellvis" Galanti - voce
Paolo "Dr.Phibes" Caucci - chitarre
Fabio "FX" Capulli - basso
Riccardo "Rick Rock" Macrì - batteria

opinioni autore

 
Debutto scintillante per i D-Tox! 2022-11-21 14:35:34 Francesco Noli
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Francesco Noli    21 Novembre, 2022
Ultimo aggiornamento: 21 Novembre, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mi ero già espresso con toni lusinghieri in occasione dell'EP di debutto per questo ensemble romano il quale aveva fatto ben sperare per un futuro full-length che adesso è diventato realtà: difatti "Kubark Project" è il debutto dei D-Tox e già dal titolo (Kubark è una parola in strettissima correlazione con la C.I.A.) è tutta una bella storia che si dipana in un viaggio concept intrigante con mille sfumature. Sfumature che ovviamente sono pennellate sonore che ci guidano nella storia audace che vede protagonisti quattro ragazzi immersi in un manicomio psichiatrico abbandonato e la loro ricerca interiore verso l'età adulta narrata dalla voce di Galanti, che anche qui si dimostra un "fuori corsa" al microfono. I nostri partendo sempre da una base Thrash nervosa, articolano la loro proposta con molteplici influenze che una volta si potevano tranquillamente indicare con la parola "Crossover", che secondo me è molto più appropriata di "Alternative" - almeno in questo caso - e va da sé che accanto ai classicismi del genere ("Nothing Behind Those Eyes", "Judas Goat" o la dirompente "Oxyuranus"), si trovano passaggi dalla forte personalità un po' psicotica come "White Angel", un chiaroscuro melanconico e psicopatico, oppure l'immensa "The Revolution Oracle", in cui la tecnica e il prestigio della band vengono messi in bella mostra. Chitarre graffianti e disturbanti come in "Psycho Wacko", ritmiche psichedeliche in "Splinter Of Insane Lucidity" (strumentale) e in "Twilight Bravado", in cui le atmosfere si confondono camaleontiche su un tessuto Heavy roccioso quanto la più dura delle pietre; non c'è dubbio che i nostri sappiano cosa vogliono e come suonarlo alla massa avendo tratti distintivi e peculiari che molti gruppi si possono solo sognare. Non so se questo sia dovuto anche all'ottima produzione e ai suoni sempre perfetti (il bilanciamento tra gli strumenti in regia è un piccolo capolavoro insito nel CD che forse molti non coglieranno), ma una cosa è certa: i D-Tox hanno le palle e le capacità di offrire una proposta fantasiosa e originale che vi farà sobbalzare e incuriosire quindi, senza indugi l'ascolto risulta pressoché obbligato! Bravissimi D-Tox, il futuro di questo genere musicale passa (anche?) da qui!!!

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Un debut album pienamente soddisfacente per gli australiani Black Lava
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Scozia il buonissimo Death Metal della one man band Mycelium
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Amon Amarth: un nuovo album sufficiente per dar vita ad un altro tour sfavillante
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: i colossi del metallo teutonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whirlwind, una perla ispirata ai Running Wild
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bomba di Power Metal chiamata Induction
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Conor Brouwer’s Call of Eternity, una nuova metal opera dall'Olanda
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra interessante realta caraibica: gli Omnifariam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Ancestry: Black Metal vecchio stampo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Neptune, direttamente dagli anni '80
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whiteabbey: un'altra splendente gemma nascosta nell'underground
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wildfire: new Classic Metal sensation
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla