A+ A A-
 

I tedeschi Terrible Sickness ed un terzo album mediamente discreto I tedeschi Terrible Sickness ed un terzo album mediamente discreto Nuovo

I tedeschi Terrible Sickness ed un terzo album mediamente discreto

recensioni

titolo
Flesh for the Insatiable
etichetta
Black Sunset / MDD Records
Anno

PROVENIENZA: Germania 

GENERE: Brutal Death Metal/Grindcore 

FFO: Exhumed, Impaled, Terrorizer, Lock Up, Impetigo 

LINE UP: 
Florian - voce 
Jens - chitarre 
Karsten - chitarre 
Eike - basso, voce 
Peter - batteria 

TRACKLIST: 
1. Carnage [02:58] 
2. Living Disembowelment [03:03] 
3. Winds of Extinction [03:49] 
4. Crown of Desecration [04:10] 
5. Slaves to Decay [03:50] =ASCOLTA= 
6. Bloody guts [03:14] 
7. Dethroned Immortality [03:48] =ASCOLTA= 
8. Revenge [03:09] 
9. Voracious Persecutor [03:29] 
10. Putrid infection [03:52] 
11. Feeding Fatal Fairies (Defleshed cover) [02:35] 

Running time: 37:57 

opinioni autore

 
I tedeschi Terrible Sickness ed un terzo album mediamente discreto 2022-11-22 15:35:08 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    22 Novembre, 2022
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Per tastare il polso della scena Death Metal tedesca, uno dei modi migliori è seguire le uscite di MDD Records e della sussidiaria Black Sunset; proprio dalla label teutonica arriva questo "Flesh for the Insatiable", terzo studio album dei Terrible Sickness, quintetto di Hannover che sin dai primi secondi dell'opener "Carnage" spara dalle casse un Brutal Death/Grindcore che, per influenze, sembra avere un occhio attento soprattutto verso la scuola statunitense dei 90's (Exhumed, Terrorizer, Impetigo, Impaled...). Un lavoro dunque estremamente rapido nel proprio incedere, con i Terrible Sickness che non hanno paura di spingere sull'acceleratore dando sovente alle loro composizioni un tocco "Thrash-ish" ("Slaves of Decay" la perfetta cartolina in tal senso) che aiuta non poco i Nostri a rendere questa loro nuova fatica lungi dall'essere monotona. Va da sé, la sensazione di 'già sentito' pervade il disco, ma va dato atto al combo tedesco di mostrare passione e dedizione: ed è così che si resta piacevolmente colpiti dagli intrecci chitarristici di Jens e Karten, oltre che dall'arrembante drumming di Peter. Oltre ai singoli "Slaves to Decay" e "Dethroned Immortality" - quest'ultimo ascoltabile in streaming su Bandcamp -, da segnalare sicuramente altri buoni pezzi come "Bloody Guts" - la canzone che maggiormente colpisce nel segno a nostro avviso -, "Revenge" e "Putrid infection", con in chiusura una buonissima riproposizione di "Feeding Fatal Fairies" dei redivivi Defleshed. In buona sostanza, "Flesh for the Insatiable" è bel lungi dall'essere uno di quei dischi memorabili, ma è sicuramente un lavoro onestissimo che saprà darvi una quarantina di minuti circa di buon intrattenimento in salsa estrema.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Dalla Scozia il buonissimo Death Metal della one man band Mycelium
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Amon Amarth: un nuovo album sufficiente per dar vita ad un altro tour sfavillante
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: i colossi del metallo teutonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whirlwind, una perla ispirata ai Running Wild
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una bomba di Power Metal chiamata Induction
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Leather, un gran bel disco per la singer californiana
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Conor Brouwer’s Call of Eternity, una nuova metal opera dall'Olanda
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra interessante realta caraibica: gli Omnifariam
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Black Ancestry: Black Metal vecchio stampo
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Neptune, direttamente dagli anni '80
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Whiteabbey: un'altra splendente gemma nascosta nell'underground
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wildfire: new Classic Metal sensation
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla